L’ordine a due velocità

Pubblicità

Di

20150806ipazia

di Ipazia

Premessa: Sì, siamo in vacanza. Ma siamo anche attenti a quel che succede. E certe riflessioni sono troooppo ghiotte…

La Lega lancia una petizione al Consiglio federale per mantenere l’obbligo di esibire l’estratto del casellario giudiziale e il certificato dei carichi pendenti per chiunque voglia lavorare in Ticino venendo “da fuori”. È “una misura più che necessaria per continuare a garantire l’ordine pubblico del Cantone, dato il contesto difficile cui il Ticino è confrontato”, argomenta la petizione.

Allora, in tema ordine pubblico, ecco una possibile petizione sorella. Se chi ha un procedimento penale pendente o una condanna non può fare il manovale o il lavorare al tornio, possono invece, a pochi mesi dalla condanna, essere assunti ad Ascona e a Caslano come poliziotti comunali due agenti che, abusando del proprio potere, hanno pestato e abbandonato in un bosco discosto e al freddo una persona fermata in città? Va bene che uno dei due è anche consigliere comunale leghista (evidente attenuante), ma perbacco, l’ordine è l’ordine! Nevvero, Gobbi?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!