Alessio e la baby-sitter

Pubblicità

Di

20150919bernasconi

di Carol Bernasconi

faccinaGASbernasconiCi sono giorni in cui ti dici: “Ma quando ho smesso di fare la moglie e faccio solo la mamma?”. Ecco, a me è capitato quest’estate.

Così decido che è giunto il momento di ritagliarmi almeno una serata in compagnia di mio marito. Quale occasione migliore se non l’anniversario di matrimonio? Capita anche di poter passare la serata potendo gustare i piatti di Carlo Cracco e di altri 3 magnifici chef… e chi se la lascia scappare un’occasione simile? Così riservo la cena, scelgo il vestito, le scarpe e…

…d’un tratto mi ricordo che non sono solo moglie ma pure mamma, con due figli da sistemare per la serata. Con Simone non ci sono problemi, ma Alessio? Nonni in vacanza, nonna bloccata con la schiena, zii assenti… ecco: panico! Allora decido di chiedere a una mia cara amica, che subito accetta. Lorenza possiede quattro topi e, dopo averlo saputo, Alessio è entusiasta di avere una baby-sitter.

Partiamo per la nostra serata, mentre Alessio ci saluta con un sorriso che va da orecchio a orecchio dopo aver scoperto il programma della sua serata, che comprende giro in bus fino a Lugano, cena da MacDonald’s e per finire visita a casa di Lorenza per conoscere i mitici ratti.

Durante la cena, Alessio offre qualche patatina agli uccellini. “Ale, non dare le patatine agli uccellini, fanno male”. Risposta: “Ma loro le mangiano”. Lorenza: “Certo, perché non lo sanno”. La faccenda sembra conclusa, quando a un certo punto Alessio dice: “Anch’io per esempio sono goloso di whisky”. “Ah, ecco. E la mamma lo sa?”. “Nooo! Altrimenti mi sgrida!”.

Una volta arrivati a casa di Lorenza, Alessio fa la conoscenza dei ratti ed è felicissimo, così felice che si mangia quasi un’anguria intera per festeggiare! Nel frattempo scopre che i topi sono animali notturni. Ma, essendo sabato e non ancora notte, decide che sono pure “giornivori e sabatieri”.

Durante la serata non mancano le chiacchiere per conoscersi meglio e così Lorenza chiede per esempio…

“Quanti anni ha il tuo papà?”
“Migliaia!”
“E la mamma?”
“50”
“Ma no, sei sicuro?”
“Sì! Il primo tatuaggio lo ha fatto a 12 anni.”
“E tu quando sei nato?”
“In ottobre.”
“Allora sei Bilancia.”
“No! Sono Bernasconi.”

Ecco, quando siamo andati a riprenderlo dormiva felice sul divano, dopo aver passato tutti una splendida serata… talmente splendida che la prima cosa che mi ha chiesto il mattino dopo è stata: “Quando esci ancora a cena con papà? Io devo andare dalla mia baby-sitter preferita”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!