Il suino d’oro di Fabio Pontiggia

Pubblicità

Di

20150924mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniDai, ragazzi, tremano le vene dei polsi. Giancarlo Dillena, direttore del “Corriere del Ticino”, va in pensione, e noi non possiamo che augurargli una sana quiescenza, mentre Fabio Pontiggia prende il suo posto.

Premessa: io ho un’attrazione malata per Fabio Pontiggia, vecchio consigliere di Marina Masoni e condirettore del “Corriere del Ticino”. Il mio è un amore-odio che trascende i normali sentimenti. Ciò è dovuto a una festa-kermesse de “il Diavolo”, la rivista satirica di cui sono coordinatore, in cui lui fu uno degli ospiti.

La festa si chiamava “La notte dei suini” e i lettori avevano designato i peggiori personaggi in diversi ambiti, da quello televisivo a quello sportivo. Inutile dire chi primeggiò nel settore del giornalismo. Nel Mercato coperto di Mendrisio, gremito, con un migliaio di adoratori de “il Diavolo”, Pontiggia salì sul palco e si fece consegnare il suino d’oro (antesignano del tapiro) e ci diede una lezione di gentleman’s agreement davvero notevole.

Detto questo, non pensiamo che la linea del “Corriere” cambierà. Anzi, probabilmente si sposterà ancora più a Destra. E il fatto è preoccupante, pensando che il gruppo del “Corriere” controlla anche il “Giornale del Popolo”, Teleticino, Radio 3i e di recente ha acquistato il 46% delle quote del domenicale “il Caffè”.

Allora un’occhiata al panorama informativo cantonale va data, se non vogliamo ritrovarci un monopolio della Destra. Anche se il GAS ci sarà sempre, per provare a raccontarvi quello che sulla stampa allineata non troverete mai.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!