L’allevamento delle carogne

Pubblicità

Di

20150930shevek

di Shevek

faccinaGASshevekAdesso sono tutti incazzati. Perché Claudio Zali è stato seguito, pedinato, spiato da alcuni Leghisti indignati per presunti comportamenti del ministro poco coerenti con l’ideologia leghista. Pare. Così riferisce Tio. E per questo si sono incazzati i simpatizzanti di Zali.

E sta bene. Perché – sempre pare – nulla di quanto scoperto dai pedinatori sarebbe di rilevanza penale. Cos’abbiano scovato nella vita privata del ministro non lo sappiamo e non ci importa: se non c’è nulla di illecito, sono fatti suoi. E dunque a lui va la nostra solidarietà per l’indegna intrusione nella sua vita privata e l’infame tentativo di sputtanamento.

Ma.

Ma c’è un “ma”. Perché qualche domanda comunque a Zali vale la pena porla. E no, non sono domande sui fatti suoi personali. No no. Sono domande politiche, invece.

Chi ha scatenato il linciaggio dei privati cittadini a mezzo stampa? Chi ha acceso la macchina del fango, ormai da più di 20 anni? Chi ha allevato queste carogne, lasciando loro credere che questi metodi schifosi siano non solo leciti ma perfino lodevoli?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!