L’ennesima figuraccia di Quadri

Pubblicità

Di

20150929scarinci

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciNon sappiamo cosa abbia spinto la signora 91.enne di Bellinzona a inventarsi di essere stata rapinata, e francamente nemmeno ci interessa. Ciò che ci interessa, invece, è l’ennesima figuraccia fatta da “il Mattino della Domenica”.

In un bell’articolo a tutta pagina apparso a pagina 8 dell’edizione di domenica scorsa e incautamente firmato proprio da Lorenzo Quadri, il consigliere nazionale e direttore della testata si è prodotto nel solito esercizio di xenofobia gratuita e spiccia che ieri, quando la polizia ha appurato che l’anziana aveva inventato tutto, si è rivelato per quello che è: fuffa.

Nell’occhiello, infatti, l’improvvido Quadri si è chiesto: “Gli autori saranno ‘patrizi di Corticiasca’?”. Perché è chiaro, lo recita anche un paragrafo dell’articolo: se avviene una rapina in Ticino è per colpa della libera circolazione e dei “politikamente korretti” che incolpano la Lega. Figurarsi poi se si parla di rapine inventate di sana pianta dalla presunta vittima, verrebbe da chiedersi! Automatico è il collegamento tra “rapina” e “criminale straniero”, ribadito più volte in un tripudio di “k” e “$”. Complimentoni.

Se non sapessimo già tutti dell’assenteismo e dei soldi che sono costate le alzate d’ingegno di Quadri a Berna, ci chiederemmo cosa possano mai pensare lassù di uno che, su un giornale domenicale, spara queste sentenze su un fatto appena successo e che, il giorno dopo, si rivela come una balla clamorosa.

Per carità, ognuno affronta la professione come meglio crede. Sarebbe però buona norma, prima di spacciare per verità supposizioni xenofobe, almeno avere qualche certezza sui fatti reali. Insomma, sapere se si sta dicendo una cosa vera dovrebbe essere il minimo per uno che dirige un giornale.

Dovrebbe.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!