Quanto siamo bravi e belli

Pubblicità

Di

20150914santerre

di Santerre

Essere di Sinistra è sempre stato un atto di coraggio, anche se va detto che negli ultimi tempi si sta abusando un po’ troppo della pazienza e dell’abitudine a masticare amaro del proprio elettorato sparso nel mondo.

Jeremy Corbyn è appena stato proclamato leader del Labour inglese e già il 90% dei deputati laburisti, con la vecchia leadership a dar man forte, è pronta a defenestrarlo: si parla di un piano per farlo fuori in un anno. Per non parlare dell’Italia, dove la produzione industriale aumenta, la disoccupazione cala, l’economia poco ma cresce eppure l’unico scopo della minoranza del PD è quello di buttar giù il governo del suo segretario, Matteo Renzi. E anche in Ticino sappiamo qualcosa di questi tristi teatrini: ricordate lo spettacolo messo su a mezzo stampa i giorni subito dopo le Cantonali? Ecco.

A Sinistra, per una qualche stranissima ragione, si finisce sempre per litigare su chi sia più di Sinistra, su chi la interpreti veramente, su chi difenda di più i lavoratori mentre questi, rottisi le palle, finiscono per votare altri.

A Sinistra si guardano allo specchio, si dicono quanto sono bravi e belli, credendo che avere una sorta di ragione morale sia sufficiente per coinvolgere militanti ed elettori. Teoria leggermente sbagliata, stando ai risultati elettorali.

Bisogna che la Sinistra impari una volta per tutte a essere inclusiva, certo, ma deve imparare anche a vendersi bene, e prima ancora deve imparare a farlo al suo interno: basta con le litigate a mezzo stampa, con i bisticci su Facebook o con le polemiche veramente evitabili. Il programma del PSS per le Federali è ambizioso e l’obiettivo di Levrat è chiaro. Tutti i candidati, ora, dimostrino agli elettori, con unità, passione e senza sterili discussioni, perché meritano il voto.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!