Naziskin? Ma ci sono anche gli animalisti…

Pubblicità

Di

20150910mordasini1

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniIn un’intervista del 5 settembre, il ministro Norman Gobbi relativizzava l’estremismo di Destra che, in un caso, aveva indotto alcuni militanti a pestare un “pentito”, che poi aveva sporto denuncia. Il focolaio estremista si situerebbe nelle Tre valli. Per intenderci, nel quadro socio-culturale delle teste rasate in posa al Forte Mondascia davanti a un carro armato.

Gobbi ci ricorda che esistono anche estremisti violenti di Sinistra, animalisti e, dulcis in fundo, islamici. E qui o parliamo di terrorismo o ci chiediamo dove siano in Ticino queste frange violente di animalisti e musulmani.

È strana, la gestione della giustizia del ministro Gobbi. Relativizza la violenza di Destra accomunando tutti quelli che lui ritiene facinorosi, ma suo padre Mirko, come avevamo già riferito sul GAS, era stato colto sui social a postare donne in burqa accostate a sacchi dei rifiuti, siti dei giovani fascisti e velate (mica tanto) intimidazioni con foto di bossoli e le scritte “zingari”, “rom”, “estremisti islamici”. Per non parlare del fratellino, sempre di Norman, che aveva minacciato i Socialisti evocando roghi (una pessima abitudine leghista: ricordate Massimiliano Robbiani con Natalia Ferrara Micocci?). Insomma, proprio bella famigliola.

Quelli dell’estremismo naziskin sarebbero

“…fenomeni che vengono tutti monitorati dalla Polizia cantonale in collaborazione con la Confederazione. Questi gruppuscoli vengono sorvegliati per verificare la loro potenzialità e la loro preparazione nell’usare la violenza contro gli altri e anche contro lo Stato.”

Così Gobbi dichiara a “la Regione”.

Peccato che poi sul sito del mattinonline si moltiplichino gli insulti razzisti e le minacce di morte nei confronti dei musulmani. Il quel caso il ministro delle Istituzioni, oltre a tacere, non interviene. E sì che l’articolo 261 bis parla chiaro.

Non sarebbe il caso, ministro Gobbi, di perseguire d’ufficio queste esternazioni violente e offensive? Chissà se la Polizia cantonale insieme ai naziskin sorveglia anche i commentatori del mattinonline?

Ma sì, dai… forse anche loro, come le teste pelate, in fondo… son ragazzi!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!