400 franchi al mese di aumento

Pubblicità

Di

20151009mordasini

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniE così sono aumentate anche le casse malati. Strano: il fatto mi stupisce molto. Mai e poi mai avrei detto che una cosa così sarebbe successa. Sto ancora cercando di riavermi dal colpo e sto seriamente pensando di vendere il trombone del nonno. Magari ci pago il premio almeno per i figli.

Eh sì, perché coi 18 anni del più grande il premio cambia, non si capisce bene perché. Mangia lo stesso come un coguaro e fa le stesse cose di prima, ma mi costa il quadruplo. Anche perché fino ai 17 finiva con gli altri due figli in un’azione assicurativa (non voglio fare pubblicità) che favoriva le famiglie numerose, mentre adesso siamo ancora in 5 ma per qualche strana ragione il grande è fuori. Ha 18 anni, studia, non guadagna un copeco, ma il suo premio assicurativo si quadruplica. In tutto, abbiamo fatto il calcolo, avremo un aumento di circa 400 franchi.

È etico, tutto ciò? Suppongo di sì.

L’altro giorno sono andato a trovare un amico in una clinica del Locarnese. Camera doppia, vista imprendibile sul Verbano, giardino, fontanella coi pesci rossi, cibo 5 stelle. Bellissimo. Ma mi sembra ovvio che non possiamo tenere in piedi in eterno strutture del genere. C’è gente che probabilmente si taglierebbe una gamba per farsi ricoverare in un posto così.

Tra un po’ il Beltra tornerà all’assalto per i tagli ai sussidi di cassa malati, perché è ovvio che…

…i premi aumenteranno. Sempre. Non si sfugge a questa logica come non si può sfuggire alla morte.

…i nostri stipendi no. Sono sempre lì e oggi la mia famiglia ha 400 franchi in meno con cui fare i conti, e calcolate che ogni anno, per sfuggire parzialmente a questo stillicidio, cambiamo cassa malati.

…lo Stato avrà sempre meno soldi da elargire a chi non può pagarsi la cassa malati, e allora entrerà in gioco la famigerata medicina a due velocità. Alla faccia della giustizia sociale.

Oggi su “Spendere meglio” c’è una bella tabella. Per una volta, prima di votare, guardate chi difende le consumatrici e i consumatori. E ora vi rivelo una cosa: le consumatrici e i consumatori siete voi. Guardate la tabella e vedrete chi, nella deputazione ticinese, fa i vostri interessi e chi invece non li fa. Ho quasi vergogna a dirlo.

Marina Carobbio vota a favore per 19 votazioni su 22. Marco Romano, seppur il migliore del fronte borghese,è staccato con un misero 9 su 22. 7 per Cassis (per fortuna che è medico), 6 su 22 per Pantani (uella!… il partito della gente!). 5 su 22 per Rusconi, neanche commento. Fanalini di coda? Quadri con 4 (per una volta non è l’ultimo) e lo starnazzante Regazzi con 3: solo 3 misure a favore dei consumatori (noi) su 22. In compenso Quadri brilla per assenteismo: non ha nemmeno schiacciato quel cacchio di bottoncino per 6 volte. Probabilmente stava facendo cose importantissime per i Ticinesi. Mancava per imporre dei limiti ai prezzi della telefonia all’estero, per i salari in euro che favoriscono il dumping e per un servizio pubblico, indipendente e gratuito di confronto dei premi delle casse malati.

Aumentano i premi, ma noi abbiamo loro a difenderci. Che culo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!