“Ada Marra vacca immonda”

Di

20151030mordasini1a

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniAda Marra è la classica vittima innocente dell’odio leghista.

Parlamentare socialista, laureata in Scienze politiche, Ada Marra è eletta nel Gran Consiglio del Canton Vaud nel 2004. Dal 2007 siede in Consiglio nazionale sempre per il suo Cantone.

La povera Marra in fondo ha la sola colpa di essere una terrona di seconda generazione. Come centinaia di migliaia di svizzeri. Come Savoia o Micocci o Mirante. Che questa gente sia meno svizzera degli imbecilli che li insultano sui social è tutto da vedere. Marra perlomeno siede in Parlamento, mentre le decine di cretini che, istigati dalla Lega, la insultano probabilmente già alle 8 sono a bere il bianchino al bar.

20151030mordasini1cAnni di stillicidio mattutin-leghista hanno lasciato il segno, facendo diventare l’inconsapevole vodese Marra una specie di capro espiatorio terronesco che permette ai geni del patriottismo di esprimere al meglio le proprie pulsioni.

Alla base di tutto questo ridicolo e patetico circo, indegno di un Paese civile, c’è una foto di Marra con la maglietta della Nazionale italiana, ripubblicata ossessivamente da “il Mattino” e dal suo fratellino scemo mattinonline. La foto risale ai Mondiali del 2010, quando un giornale riprese i parlamentari di origine straniera con la maglietta della loro Nazionale. Una cosa innocente, improntata all’unione e al fair play. Quella foto, sapientemente distorta dai leghisti, è assurta a simbolo della strafottenza italica nei confronti della Svizzera. Il tutto naturalmente è un falso, ma al leghista medio questo non interessa, visto che non fa che confermare tutti i suoi pregiudizi.

20151030mordasini1bL’ultimo errore di Ada Marra? Parlare bene di Eveline Widmer-Schlumpf. Tanto è bastato al lerciume legaiolo e democentrista per vomitare tutta la sua bile: “misera stronza”, “zoccoletta pugliese”, “trombana”, “cominci a puzzare di merda…”. E potremmo andare avanti ancora.

20151030mordasini1dIo a volte mi vergogno di questi miei concittadini. Mi vergogno davvero di questa gentaglia, sbruffoni da tastiera che non fanno altro che degradare il nostro Paese e le nostre istituzioni. Fascisti da olio di ricino: indicagli un nemico e penseranno loro a punirlo.

E mi vergogno anche della gente che porta avanti queste forche sapendo benissimo cosa provocano. Gettano il sasso e ritirano la mano. Spero solo che un giorno tutta questa violenza non ci si ritorca contro.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!