Carnevale, pallone e sangue

Pubblicità

Di

20151010artemisia

di Artemisia

faccinaGASartemisiaEcco. Ci siamo. Nel senso, grazie mondo: anche oggi mi hai dato prova di far schifo. L’ONU cala come un falco sul Brasile, dimostrando con prove sventolate davanti al naso che a Rio e in altre città del Paese che si prepara per le Olimpiadi del 2016 la polizia ammazza i bambini per strada, per far trovare al pubblico che affluirà una città pulita e ordinata.

Ripeto: ammazza i bambini per strada. Quelli delle favelas. Quelli degli strati poveri della popolazione. Per non far trovare problemi di senzatetto e di degrado urbano a chi arriverà a vedere le Olimpiadi.

Nel 2014 ci sono stati 3’000 omicidi in più rispetto al 2013 ( 58’559 vs 55’878), a riprova dell’ondata di violenza che sta subendo il Brasile, anche se la prima risposta a caldo del governo è stata che a Rio dal 2000 al 2013 ci sono dati che confermano un impegno concreto per diminuire la violenza tra i giovani e verso i giovani.

Adesso, con questa, ci obbligate a dar ragione non solo agli animalisti, ma anche agli animalari che tuonavano contro l’Ucraina di Euro 2012. Ricordate quando ammazzavano i cani per strada e Facebook era invaso da immagini scioccanti, video orrendi e invettive che andavano “un po’” oltre il buon gusto? Ecco, a me che sono carnivora e sono a favore della caccia (fatta con etica), dell’eutanasia (umana e animale) e di cose affini un po’ avevano rotto le palle, a un certo punto. Nel senso che va bene, e vanno bene pure i boicottaggi e le richieste di sanzioni internazionali, ma poi ci sono problemi più seri, la fame nel mondo, i bambini che muoiono, la corruzione degli appalti… e ci si sono messi anche gli animalari estremisti ad augurare lo stesso ai figli degli Ucraini, per cui a un certo punto era ora di finirla, rompipalle che non siete altro.

Poi però ti rendi conto che i passi di “pulizia delle città” successivi ai cani sono i poveri e i bambini. E sta succedendo. Ogni giorno uno, due, tre, decine di bambini muoiono perché lo Stato (o forse solo qualche testa di cazzo nella catena di comando da qualche parte tra il presidente e il poliziotto semplice, passando per commissari, sindaci, prefetti eccetera) ha deciso di fare bella figura con noialtri. E noi boh, siamo così abituati che alzare l’asticella di ancora una tacca di schifo non fa crollare i santi dal paradiso come dovrebbe. In fin dei conti in un mondo dove si spara a cuor leggero a migliaia di cani c’è posto anche per l’infanticidio: violenza chiama violenza.

Forse ci dovevamo incazzare un po’ di più per i cani.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!