Conta solo il faccione

Pubblicità

Di

20151005scarinci2

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciAvete presente quei bei tempi dove, prima di votare, una persona si informava, partecipava ai dibattiti, spulciava l’attività parlamentare di un politico che chiede un altro mandato? Ecco, dimenticateveli. Sono finiti.

Basta il faccione, adesso. Che sia su mega manifesti lungo le strade, sui giornali o sui siti internet poco importa. Basta un faccione per dire all’elettore: “Eccomi, votami”. Questo succede perché a larga parte dei candidati alle prossime Federali non interessa niente che chi lo andrà a votare sappia qualcosa di lui. Anzi, meno sa meglio è.

Lorenzo Quadri prenderà una valanga di preferenze nonostante siano acclarati sia qui sia Oltralpe, soprattutto grazie alla stampa romanda, il suo assenteismo e i costi pazzeschi dovuti alla sua attività parlamentare quando è presente. Pierre Rusconi è andato oltre: s’è vantato di non contare niente a Berna. Non male, per uno che è stato pure ascoltato dal suo partito per vedere se metterlo o meno nella rosa dei candidati al Consiglio federale. La questione però è: alla gente, a chi vota, questo cosa interessa? Nulla! Bastano due paroline sul 9 febbraio e una foto con il lago come sfondo ed è fatta.

Chi più ha più spende, e chi più spende mette il proprio faccione ovunque. C’è chi poteva scegliere sicuramente foto migliori e meno inquietanti come Lombardi, chi ha piazzato buffe impronte digitali come Caverzasio, chi come Lardi del PLRT è talmente ovunque che una sera di queste lo invito a cena per averlo pure in salotto.

Quanti di questi, dopo aver speso camionate di soldi, finiranno in Consiglio nazionale? E, una volta eletti, quanti di questi faranno qualcosa per cui essere ricordati? E quanti di questi chiederanno un altro mandato dopo non aver fatto un tubo?

Prima che vi ci mettiate: sono domande retoriche.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!