Farsi le pippe (mentali)

Di

20151007shevek

di Shevek

faccinaGASshevek270 maschi, anziani, celibi e casti. Tutti insieme a parlare di famiglia e di sesso. Per spiegare agli altri… tutti gli altri… che cosa si può e che cosa non si può fare. Questo è il Sinodo sulla famiglia convocato dalla Chiesa cattolica: un raduno di vecchi per farsi le pippe mentali.

Poi dice che uno ride. Per forza! Come si fa a prendere sul serio questo consesso di babbioni riuniti per pontificare su cose di cui non capiscono una fava? Oltretutto sulla base di dogmi e idee descritti in un libro di due millenni fa, adeguato alla Weltanschauung dei pastori di capre dell’antica Palestina? Nel frattempo sono successe alcune cose: la nascita del metodo scientifico, l’Illuminismo, l’abolizione della schiavitù, il suffragio universale, la scoperta dell’evoluzione e del Big Bang, l’emancipazione femminile, la contraccezione sicura. Ma, com’è ovvio, ai babbioni tutto questo non interessa. In un universo antico quasi 14 miliardi di anni, su un pianeta minuscolo intorno a una stella mediocre in una galassia qualsiasi, fra immani tragedie con migliaia di vittime e una sofferenza infinita di esseri senzienti… secondo i babbioni a Dio interessa se io mi faccio le pippe o se copulo con uomo o con una donna. Questi dogmatici incompetenti pretendono di avere una tale autorità morale da dire alla società quali persone possono sposarsi e quali no sulla base del loro sesso biologico, quali orifizi sono autorizzati e quali no, quali usi dei genitali sono legittimi e quali no. Poi, magari, fra 500 anni i babbioni del XXVI secolo chiederanno scusa ai gay, come oggi hanno fatto con gli eretici e le streghe.

C’è un’unica cosa seria da fare con il Sinodo sulla famiglia: ignorarlo. Dicano quel che gli garba: noi, persone serie, ce ne sbattiamo.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!