Vota Malacrida e piantala di lamentarti

Pubblicità

Di

20151023santerre

di Santerre

Fabio Abate avrà con sé un PLRT incazzato nero per il mancato terzo seggio al Nazionale e voglioso di rifarsi in tranquillità. Filippo Lombardi di partiti ne avrà addirittura due, il PPD e quello dell’Ambrì Piotta. Battista Ghiggia, gongolando, spera nel colpaccio. Davanti a questo incantevole spettacolo, l’elettore di Sinistra che non si è scomodato a votare al primo turno cosa farà al ballottaggio per gli Stati?

Il dottor Roberto Malacrida è una persona per bene. Il suo curriculum parla da solo, la sua moderazione e la sua passione lo rendono un candidato valido, equilibrato e sicuro portatore dei valori sociali cari alla Sinistra. Davanti allo schieramento sopra descritto di possibilità ne ha veramente poche, ma l’unica partita persa è quella non giocata. Riusciranno le centinaia di simpatizzanti di Sinistra che hanno snobbato il voto per il Nazionale e per il primo turno degli Stati a capire che ogni voto conta?

Lo capisce l’elettore di Sinistra con la puzza sotto il naso che la Camera dei Cantoni è l’ultimo bastione allo strapotere dell’UDC per i prossimi quattro anni? Lo sa, lo stesso elettore, che Filippo Lombardi ha già candidamente detto che non rinnoverà il voto a Widmer-Schlumpf e che voterà un secondo rappresentante dell’UDC? Questo va tutto bene all’elettore di Sinistra che finché c’è da pontificare sui social è bravissimo ma che poi spesso sale sull’eremo a distinguersi dicendo “Tanto son tutti uguali”?

La speranza è che Malacrida venga votato da molte persone che si riconoscono nella Sinistra, che queste persone riscoprano l’importanza del loro voto e che partecipino alla democrazia senza poi passare il tempo a lamentarsi. La prossima occasione è questa: la sfruttino.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!