Gobbi e gli errori di gioventù

Pubblicità

Di


20151119t80001di T-800/101

“Alle campagne mediatiche anti-Ticino ci stiamo facendo un po’ il callo, ma constatare che il ticinese Paolo Bernasconi, come ammesso dal diretto interessato a “Piazza del Corriere”, è il regista di parte di questa operazione tesa a martellare Gobbi scovando più scheletri possibili nel suo armadio, non è particolarmente rallegrante.”

Così Gianni Righinetti oggi in un editoriale sul “Corriere del Ticino”, titolato: “Chi tifa e chi gufa”. Righinetti, inutile dirlo, tira la volata alla meravigliosa candidatura di Gobbi, che dovrebbe vedere il Ticino tutto unito. Secondo l’editorialista, Paolo Bernasconi, acerrimo nemico di Gobbi, non giocherebbe pulito non valutando Gobbi secondo la sua statura politica, ma attaccandolo alle spalle utilizzando errori di gioventù.

Valascia, inverno 2007. Norman Gobbi aveva 30 anni. Tutti conosciamo la sua scivolata di stile, inutile ripetersi. Pensiamo a Gesù: a 30 anni aveva già fatto un bel po’ di cose. Nessuno direbbe a Gesù che scacciare i mercanti dal tempio fu un errore di gioventù. Lungi da noi paragonare Norman Gobbi a Gesù Cristo (risulta una similitudine un po’ blasfema), ci si domanda però cosa siano gli errori di gioventù. A 30 anni Gobbi era un fanciullo dedito alle cantonate e a 34 era maturo per il Consiglio di Stato? Miracolosa la sua maturazione.

Righinetti insiste, non è giusto scovare scheletri nell’armadio, guardate piuttosto cosa ha fatto Gobbi negli anni. A noi sembra un ragionamento poco giornalistico. Se uno gli scheletri nell’armadio ce li ha, è giusto che nei momenti critici saltino fuori, d’altronde non è colpa nostra se Gobbi ce li ha. Come li ha anche Lombardi se è per questo, e belli grossi. Bisognerebbe tacerli per il bene del Ticino?

Oggi Gobbi, a 38 anni, è diventato adulto di botto, pronto per il Consiglio federale. Dobbiamo ammettere che, comunque, qualcosa di miracoloso c’è di sicuro nei geni che hanno fatto maturare il Consigliere di Stato così velocemente. Ci intristisce, però, che quella così bella gioventù sia passata in un soffio, facendo crescere Norman Gobbi e gettandolo così proditoriamente nell’arena politica. Quasi quasi, un po’ ci dispiace.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!