L’oro colato della Fallaci

Pubblicità

Di

20151115artemisiadi Artemisia

Il popolo di Internet tira sempre fuori il peggio di me. Ieri anche io volevo scrivere qualcosa su Parigi, ma presa dalla sindrome di Zerocalcare sulla morte del personaggio famoso, alla fine, non ho scritto niente. Non volevo dire niente di sciocco, banale, poco ponderato, qualcosa che risultasse stridulo e che si perdesse in un mare di cose simili. In fondo è una cacofonia anche il dolore, e c’è qualcosa di assolutamente misterioso e affascinante nel silenzio.

Quindi ho passato la giornata a leggere i contributi della mia eterogenea bacheca Facebook. Voglio da subito dire che l’intelligenza di almeno metà dei miei amici che hanno invocato la lucidità, la solidarietà, il non fare di tutta l’erba un fascio, il non cadere in un gorgo di odio, beh, mi ha resa estremamente fiera e speranzosa. L’altra metà, invece, parlava della Fallaci, di Salvini, di Putin e del complotto sionista. Ora, io voglio dirlo, dirlo forte: l’opinione di Oriana Fallaci è e rimane un’opinione da stronzi. Anche se lei si chiamava Oriana Fallaci ed è stata una brava giornalista stimata nel suo lavoro, comunque non è stata una storica o antropologa o sociologa. Se lei fosse una stronza non lo so (in molti l’hanno detto mentre era in vita, ma non si può mai dire), ma che tantissimi di quelli che oggi la impugnano lo siano invece è indubbio. Oriana è stata una donna dalla storia interessante: partigiana figlia di partigiani, inviata di guerra, coinvolta nell’11 settembre, intelligentissima e colta. Ma tutte queste cose non compongono la “ragione”, e infatti, il suo libro si chiama “La mia verità sull’Islam”. Da donna intelligente, la Fallaci lo è stata più di molti suoi lettori, sottolineando la soggettività di tutto il sistema di pensiero e causa effetto che proponeva al pubblico.

Vi faccio qualche esempio di persona illustre, famosa, molto intelligente e colta, all’avanguardia in tanti modi che ha scritto libri da stronzi: Qualcuno Molto Approvato dal Vaticano, “Malleus Maleficarium”. Louis-Ferdinand Céline, “I Pamphlets”. Sant’Agostino, “Confessioni”. Gabriele D’Annunzio e Indro Montanelli erano fascisti ferventi, Magdi Cristiano Allam non è poi sempre così stimabile per quel che dice e come lo scrive. Ah, un altro bravo professionista che poi quando parla di altre cose fa piangere è Vittorio Sgarbi. E sto accuratamente evitando la fila di politici e personaggi della televisione che riempiono le librerie di opinioni personali prive di spessore e valore oltre a quello della carta che imbrattano.

Cazzo, ora che ci penso stanno facendo diventare anche le librerie cartacee come Internet, dove basta che tu sia famoso per pubblicare un flusso di pensiero vomitato a schizzo sul mondo. Ora, tutti voi xenofobi che volete Oriana nelle scuole, il libro l’avete letto? O sapete solo che era contro l’Islam e diceva che ci stavano complottando alle spalle per sbrindellarci le tradizioni? I libri di Oriana Fallaci sono pieni zeppi di considerazioni personali su fatti storici, politici, religiosi. Lei fa un lavoro significativo di sintesi di tutto quel corpus di informazione, fornendo un’opinione sua, ma in ogni punto dei suoi libri un lettore attento e informato potrebbe dissentire con le conclusioni da lei tratte, come catene che vanno in direzioni diverse.

Bisogna sapere di cosa parla per capire cosa dice, non imparare da cosa dice quello di cui parla.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!