Personaggi di Facebook: il goffo corteggiatore da tastiera

Pubblicità

Di

20151015Zanellidi Danilo Zanelli

Cara donna mediamente carina iscritta a Facebook, so di darti una grande delusione, ma qualcuno deve dirtelo: tra i tuoi contatti ci sono tanti uomini che ti hanno chiesto l’amicizia con il preciso intento di provarci. Ma scordati gli affascinanti corteggiatori che ci sanno fare: quelli, quando va bene, ci provano con te nel mondo reale. Su Facebook invece spesso prendono coraggio i goffi corteggiatori da tastiera: gli stessi che nel mondo reale abbassano lo sguardo in tua presenza. Ecco 5 comportamenti che ti aiuteranno a riconoscerli.

Il Like compulsivo alle foto

Il goffo corteggiatore da tastiera mette un Like a qualunque tua foto, spesso aggiungendo considerazioni iperboliche come “dea della bellezza”, “meraviglia del Creato”, “miracolo della natura”, “dominatrice estetica dell’universo conosciuto”. Il coefficiente di ipocrisia dei suoi complimenti è quasi sempre elevatissimo: anche quando il vero oggetto della sua ammirazione è la scollatura, il corteggiatore da tastiera cerca di dare alle parole una patina romantica da gentiluomo d’altri tempi e finge di essere ammaliato soprattutto dall’intensità del tuo sguardo.

Il Like compulsivo agli status

Il goffo corteggiatore da tastiera mette Like su qualunque tuo status e asseconda ogni tua opinione. Il suo piano è evidente: vuole convincerti di essere diverso da quei rozzi maschi alfa attratti solo dalle tue curve. Vuole farti credere di essere interessato soprattutto alla tua bellezza interiore, alle tue idee, al tuo punto di vista sul mondo. E così la tua visione politica diventa la sua visione politica. Non ci credi? Ti propongo un esperimento. Scrivi una frase insensata come questa: “Svizzera indipendente? No, grazie. Facciamoci colonizzare dal Liechtenstein o da alieni provenienti da pianeti periferici della Via Lattea”. Lui metterà Like e aggiungerà: “Sei un genio. Da sempre penso la stessa cosa. La profondità delle tue analisi è seconda soltanto alla tua sensibilità”.

Gli inviti agli eventi

Il goffo corteggiatore da tastiera ti invita a eventi culturali come kermesse di musica classica e altre cose di cui in realtà non gli frega nulla. Spera soltanto di sembrare una persona profonda e piena di interessi. Per smascherarlo basta una frase come questa: “Ah, vuoi portarmi a vedere una rassegna sul cinema espressionista ungherese? Che peccato, lo odio. E pensare che volevo venire a letto con te”. La sua reazione sarà immediata. Scriverà un’accorata invettiva contro il cinema espressionista ungherese per compiacerti e farti tornare sui tuoi passi.

L’insopportabile vena poetica

Una delle caratteristiche peggiori del goffo corteggiatore da tastiera è la vena poetica. Egli non si accontenta elogiare la tua bellezza: deve per forza celebrarla con versi in cui ficca sempre il cielo, il mare, i silenzi, la luna e le stelle. Naturalmente le sue poesie sono di una banalità sconcertante, ma lui è del tutto incapace di rendersene conto.

I messaggi privati inconcludenti

Diciamolo chiaro e tondo: il goffo corteggiatore da tastiera vuole possederti carnalmente. Questo è il suo chiodo fisso. Lui però aggira la questione con la segreta e inspiegabile speranza che sia tu ad affrontarla. Quando ti contatta privatamente (e lo fa di continuo) non va oltre le generiche manifestazioni di vicinanza: si informa sulla tua salute psicofisica, ti augura una buona giornata, una buona serata, un sereno pomeriggio, un tranquillo sonnellino postprandiale. La sua pallosità ti ammorba. Ma vaglielo a spiegare.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!