Rassegnatevi, Norman rimane qui

Pubblicità

Di

gobbi normandi Corrado Mordasini

Potrei sbagliarmi, ma di solito ci azzecco. Comunque vediamo i fatti, e proviamo a fare un ragionamento: Norman Gobbi dovrebbe andare a Berna, pistonato da Gabriele Pinoja che ha fatto tutto senza avvisare nessuno, infatti una bella pletora di Democentristi si è trovata il Norman cotto e cucinato senza nemmeno aver potuto decidere se mettere un pizzico di sale in più.

Nonostante l’atteggiamento becero e leghista tenuto fino a pochi anni fa, Gobbi a Berna risulta come un politico dal profilo moderato, anche per il fatto che le cavolate le fa qua in Ticino. Inoltre, se a Berna ha lo stesso peso dei suoi colleghi, risulta praticamente nullo. Potrebbe dunque fare meno paura a un’ala borghese che potrebbe votarlo mentre stopperebbe un profilo UDC confederato più estremo, come Freysinger. Inoltre, sembra esserci in vista un’alleanza col PPD, che sosterrebbe Gobbi pur di trombare Lombardi, molto popolare e anche lui in odore di Consiglio federale. Anche qui, gli amiconi del suo partito preferirebbero trombarlo per lasciare campo libero ai Darbellay e compagnia bella. Ah, la carità cristiana!

D’altronde quello del Consigliere federale è un posto ghiotto e come detto da Fulvio Pelli, che per una volta ha aperto la bocca senza dire castronerie, 70 UDC, a fronte di 2 leghisti, difficilmente lasceranno il posto a Gobbi. Ve lo immaginate lo sgomitamento? Il 30% del Parlamento in mano e lasciano il posto più ambito a un Ticinese, leghista e per di più guzzo come un lapis 4H?

No, voi non conoscete l’acquario degli squali UDC in Governo. Per cui mi sa che ci tocca tenerci il cicciobello, e sentirci le lagne dei leghisti che imputeranno ai balivi bernesi la colpa di aver estromesso un’altra volta un ticinese. Peccato che gli stessi Democentristi e leghisti non abbiano dato mezza chance, poco tempo fa, a Marina Carobbio, anche lei ticinese e con un credito politico decisamente più ampio di quello di Gobbi. Ma si sa che, stranamente, in questi casi, i Socialisti non sono ticinesi e non li rappresentano. E se poi Marina Carobbio risulta quella che in Parlamento ha difeso di più le istanze Ticinesi e i leghisti sono in fondo alla classifica, poco importa.

Al machismo insubrico piace far vedere i muscoli.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!