Si compri una pista giocattolo, il Municipio

Pubblicità

Di

20151111rezzonicodi Giorgio Rezzonico

Ecco, Michele Foletti lo aveva detto poche settimane fa: “Per le finanze luganesi il peggio deve ancora venire”. Per i cittadini di Lugano non è ancora arrivata la famosa luce in fondo al tunnel, anzi, è tempo di aggiungere un buco alla cintura e stringere i denti. Povero Municipio, loro li capiscono i cittadini, sanno quanta fatica fanno e quanti sacrifici e tagli sono già stati chiesti loro.

Ovviamente sanno anche che se insegni e ti scappa la pipì te ne devi tornare a casa, sperando di abitare vicino, altrimenti son problemi. Alla scuola sono stati chiesti sacrifici che hanno obbligato a ridimensionare i servizi offerti, perché si sa, in tempi di vacche magre, tutti devono fare la propria parte. Poi, così, come se niente fosse, si inizia a parlare di Formula E, di una gara innovativa, ecologica, con vetture elettriche, per le vie della città. Ma i cittadini, che tanto scemi non sono, ci vedono una leggera incongruenza con le casse del Comune così vuote.

Allora si cominciano a mormorare frasi tipo “ma come verrà finanziata questa gara? È vero che bisogna rifare l’asfalto delle strade? È vero che bisogna tagliare degli alberi?” Il Municipio risponde sorridendo a 32 denti, tranquillizzando la popolazione: “È tutto ok amici! Ci sono gli sponsor, non costerà un centesimo ai contribuenti, anzi Lugano avrà una nuova immagine, attirerà turismo.” Insomma, le solite frasi da aperitivo pre-elettorale.

Però la notizia fresca fresca è quella di un credito urgente di 2,8 milioni di franchi da far approvare in Consiglio comunale per poter allestire questo circuito. Ops, c’è per caso cascato l’asino? Pensavate davvero di farci fessi? Ci credevate davvero tanto ingenui? Io come cittadino di Lugano mi sento preso in giro, poco considerato e sinceramente un tantino schifato. Abbiate il coraggio, la decenza e l’onestà di non pensare che bastino bei sorrisi e frasi di circostanza per metterci nel sacco anche questa volta. Perché non funziona così. Rimettete in funzione i servizi che ci avete tolto, dimostrateci, conti alla mano, che quei soldi ci sono e usateli per chi ne ha davvero bisogno. Ma non pretendete di portarci via 2,8 milioni per una gara di automobili senza resistenza da parte nostra. Perché resistenza ci sarà.

Natale si avvicina, andate a comprarvi una di quelle belle piste giocattolo, quelle che tutti i maschietti a un certo punto chiedono di ricevere sotto l’albero. Ecco, compratene una, montatela in Municipio e giocate con quella.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!