C’è energia per tutti?

Pubblicità

Di

elettricita

della Redazione

Il recente blackout di Zurigo e la permanente siccità (in Ticino stiamo arrivando al cinquantesimo giorno senza pioggia) hanno sollevato interrogativi sul nostro approvvigionamento energetico.

Swissgrid, la società che gestisce la rete di trasmissione svizzera, ammonisce che le riserve di energia sono scarse: le centrali nucleari di Beznau 1 e 2 sono attualmente fuori servizio, i fiumi convogliano molta meno acqua rispetto alla media pluriennale e bisogna perciò attingere alle riserve d’acqua dei bacini di accumulazione. Un altro comunicato, stavolta delle Associazioni delle aziende elettriche svizzere, ribadisce che la situazione critica sconsiglia un immediato abbandono dell’energia nucleare.

In realtà di corrente ce n’è abbastanza in Europa e in Svizzera e a prezzi così bassi da mettere in crisi il settore, commenta Susan Boos, caporedattrice del settimanale di sinistra “WOZ” ed esperta di problemi energetici. La Svizzera dispone di parecchie reti per l’esportazione e l’importazione della corrente. I grandi produttori e le centrali nucleari convogliano la corrente direttamente in queste reti internazionali col risultato che a volte, come a Zurigo, l’energia viene a mancare a livello regionale.

È come se ci trovassimo su un’autostrada priva di uscite nazionali. I grandi produttori non hanno costruito abbastanza trasformatori per alimentare le reti inferiori. E perché mai dovrebbero farlo, conclude Susan Boos: il mercato internazionale garantisce profitti maggiori.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!