Ma non erano contro i ka$$amalatari?

Pubblicità

Di

quadri 1della Redazione

Eccoli qui, i grandi amanti del Ticino, quelli che difendono i noss gent. Lorenzina Quadri e Roberta Pantani hanno appena votato per la fine della moratoria sull’apertura di nuovi studi medici. Lo hanno fatto seguendo le indicazioni del gruppo UDC, che, lo diciamo per i distratti, è la stessa UDC dell’iniziativa “Prima i nostri”.

Immaginatevi cosa voglia dire per il nostro Cantone questa cosa: un’invasione garantita di medici italiani che apriranno nuovi studi. E a pagare saremo tutti noi, con i prezzi esorbitanti dei premi di cassa malati. Ma il duo di coppe ha fatto ancora di meglio: con la modifica votata ha consegnato anche alle stesse casse malati il potere di decidere con quali medici fare accordi e con quali no. Ma la domenica questi qui non sono quelli dell’odio contro i ka$$amalatari?

Eccoli qui Leghisti e Democentristi, quelli che avete mandato a Berna. L’avevamo scritto noi che chi ha votato in massa Lega e UDC per paura dei migranti alle frontiere ungheresi sarebbe rimasto fregato in qualunque ambito sociale s’immagini: abbiamo iniziato con il saluto a questa moratoria, e il peggio deve ancora arrivare. A chi ha votato Quadri e Pantani evidentemente piace farsi prendere per il culo: vada pure avanti. Basta che non rompano più. Friggano nelle loro contraddizioni, nella loro ingenuità e capiscano che quando i costi s’impenneranno i ringraziamenti andranno inviati in via Monte Boglia.

La fine di questa moratoria è stata decisa per un solo voto. Lorenzo Quadri non è mai a Berna e quando si degna vota assieme ai “ka$$amalatari”? Meglio l’assenteismo a questo punto.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!