Pezzi pregiati

Pubblicità

Di

20151203mullerdi Hans Müller

Il PPD perde pezzi, e sono pezzi pregiati. Pezzi da novanta. L’altroieri Oreste Pejman ha deciso di lasciare il partito e in molti si chiedono come, in vista delle ormai imminenti elezioni comunali a Lugano, il PPD potrà sostituirlo.

Pejman ha fatto sapere di non aver gradito la presa di posizione con cui Generazione Giovani (movimento pipidino che recentemente lo ha candidato al Consiglio nazionale) criticava la candidatura di Norman Gobbi in Consiglio federale.

“I Ticinesi – ha spiegato Pejman motivando la sua scelta – aspettano quasi da due decenni di avere un rappresentante in Governo. Gobbi ora rappresenta quindi una grande occasione da cogliere per il Ticino. In più è una figura adatta a rappresentare il Ticino, dato che è l’attuale Presidente del Consiglio di Stato, è sostenuto dal Governo e dal Parlamento ticinese, ed è stato insieme a Zali il candidato più votato”. Come dargli torto?

Potrebbe passare alla Lega, o all’UDC. Anche se sono in molti a fargli la corte. Stiamo parlando d’altronde di un politico che alle federali ha agguantato, con 646 voti, il settimo posto (su sette) sulla lista “Generazione Giovani Sottoceneri” (il tredicesimo miglior risultato, su 14, considerando l’insieme dei candidati dei giovani azzurri). Stiamo parlando del 55esimo subentrante in Gran Consiglio e del 15esimo subentrante in Consiglio comunale a Lugano. Sono voti che si dileguano e che si spostano e che difficilmente potranno essere recuperati.

Il PPD non si riprenderà così come non si è ripresa la pagina Facebook “Satira Ticino” (da lui amministrata) quando Pejman ha dovuto – su spinta del Gas – lasciarla per i contenuti xenofobi di molti commenti e post in essa contenuti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!