Regazzi, ma guarda quello che scrivi!

Pubblicità

Di

20151202mordasinidi Corrado Mordasini

20151202mordasini2Gaffe pesante quella di Fabio Regazzi in un suo post sul raddoppio del Gottardo relativo a un articolo di “Ticinonews” a titolo “31 campi di calcio ad Airolo?” Il Consigliere nazionale PPD scrive:

“Piaccia o non piaccia, questo è quanto succederà se il prossimo 28 febbraio diremo di no al tunnel di risanamento al Gottardo. Un enorme sacrificio di territorio a Biasca ed Airolo per costruire imponenti stazioni di trasbordo provvisorie per camion e auto, senza dimenticare che ciò comporterà anche la soppressione del divieto di circolazione notturno per i veicoli pesanti. Verrebbe proprio da dire: alla faccia della protezione delle alpi!!!”

Peccato che l’articolo di “Ticinonews” non si riferisse alle stazioni di trasbordo, ma a uno studio dell’USTRA relativo ai cantieri per il raddoppio: 220 mila metri quadri in Ticino e 150 mila a Uri. “Ticinonews”, difatti, scrive:

 “Ad Airolo per il cantiere, le istallazioni e le discariche sono necessari 220’000 metri quadrati di terreno. Corrisponde a 31 campi di calcio! A Göschenen UR il cantiere occuperebbe una superficie di altri 150’000 metri quadri, che corrispondono a 21 campi di calcio. In risposta a un’interpellanza del Consigliere nazionale Thomas Hardegger del 2014, il Consiglio federale aveva indicato 29’000 rispettivamente 30’000 metri quadrati come necessità di terreno per i cantieri.”

Qui l’articolo di “Ticinonews”: vedi link

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!