Ticino cinema

Pubblicità

Di

Ticino cinemadi Narses

Grande periodo per il cinema ticinese!

Le ultime vicende politiche hanno infatti ispirato le geniali menti dei cineasti nostrani, che subito hanno iniziato una massiccia opera di trasposizione in chiave ticinese di grandi pellicole, già campioni di incassi: le proiezioni inizieranno prossimamente in tutti i cinema del Cantone.

Si inizia subito con Norman Gobbi come involontario protagonista del remake in salsa ticinese di “Sedotti e Bidonati” (con Franco&Ciccio, 1964, a sua volta parodia del più celebre “Sedotta e Abbandonata” con Stefania Sandrelli), storia di due ingenui attratti dall’ancheggiare di Blocher e Brunner e lasciati poi con un pugno di mosche in mano.

Grande debutto sul grande schermo anche per Oreste Pejman, che ci regala una grande interpretazione allorquando a una disperata Sabrina Gendotti – O’ Hara che lo implora “Se te ne vai, che sarà di me, che farò?” risponde con il celebre “Francamente me ne infischio” sbattendo la porta e andando con Blocher: premio OscarTo per “Via Col Vecchio”.

Non è da meno neanche la Sinistra, con la Gioventù Socialista sempre impegnata nella lotta per il rinnovamento del partito e grande interprete di un remake di un celebre thriller dei fratelli Coen il cui trailer pare andrà in onda poco prima del congresso di Gennaio: “Non è un PS per Vecchi”.

Torniamo alle ultime elezioni del Consiglio federale con un grande classico del western, magistralmente rivisitato dal trio dei candidati UDC: “Il Buono, il Rutto e il Balivo”, interpretati nell’ordine da Gobbi, Parmelin e Aeschi che si sono un po’ scambiati i ruoli.

Di prossima uscita nelle sale ticinesi anche una simpatica commedia su una ragazza islamica e sui suoi dissidi con i genitori a causa della legge anti-Burqa: “Mamma, ho perso il mio velo”, mentre sembra destinata a fare il pieno ai botteghini la comica vicenda di tre poliziotti alle prese con le vendette dei parenti della suddetta ragazza: “Tre uomini e una fatwa”.

Chiudiamo la nostra carrellata sulle prossime uscite cinematografiche ticinesi con un omaggio dei nostri cineasti al grande Stanley Kubrik, un rifacimento di un suo grande capolavoro ispirato alla lettura de “Il Mattino della Domenica”: “2015 – Odissea nello Strazio”.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!