L’ennesima bufala del “Mattino”

Pubblicità

Di

Stuprodi Bruno Samaden

In una non meglio precisata località della Liberia c’è un cartellone di “Medici senza frontiere” nel quale vengono date le indicazioni degli ospedali cui rivolgersi in caso di stupro. A corredo delle indicazioni, c’è il consiglio di non perdere tempo a farlo e un disegno di un caso di stupro. Chi non c’arriva con le parole, lo fa con le immagini. Ottima comunicazione, ottima iniziativa.

Bufala MattinoIl problema è che qualche deficiente ha preso l’immagine di questo cartellone e l’ha stravolto, inondando il web con una bufala veramente ridicola. Al posto della lista degli ospedali e dell’invito alle donne di chiedere un trattamento gratuito, è stato apposto un “Puoi farlo in Finlandia”, col sottotitolo che lì i rifugiati possono fare quello che vogliono. Al posto del consiglio di fare in fretta, è stata messa la scritta “Non sarai punito”. Traduzione spiccia: andate a stuprare le finlandesi che va tutto bene. Insomma, questo fotoritocco, fatto anche molto male, è diventato virale: un ottimo blog specializzato in bufale sul web (leggi qui) ne ha dato notizia il 9 gennaio.

Bufalo Mattino CartaceoSecondo voi, chi è che con più di due settimane tonde di ritardo si è fiondato sulla “notizia”, già definita e marchiata come bufala da chiunque, gridando all’invasione e alla difesa della donna bianca in pericolo per colpa dell’uomo nero, blaterando di frontiere e altre cazzate? “Il Mattino della Domenica”, ovviamente! Stando al giornalismo d’inchiesta come una bistecca alla dieta vegana ci sono cascati in pieno e, nell’edizione di ieri, hanno dato in pompa magna e con la sirena accesa questa non notizia.

Chi si occupa d’informazione i siti, i social, i blog li tiene sott’occhio, non c’è storia. Quindi o hanno pubblicato apposta una bufala per solleticare gli istinti del loro elettorato, o non sanno neanche cosa sia la ricerca giornalistica.

Beh, oddio, se ci si pensa bene possono anche essere entrambe…

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!