Difendo la mia terra, difendo i miei valori

Pubblicità

Di

elveziadi James Incadenza

Ormai ogni giorno leggo i giornali, guardo la tv e le immagini mi squarciano gli occhi. È un’invasione. Migliaia di persone, ma che dico, milioni, entrano in Europa e ne cambiano irrimediabilmente i valori e i modi. C’è poco da dire, questo continente ha già perso la sua identità. La sua cultura è stata irrimediabilmente stuprata e vilipesa.

La Svizzera, ma che dico, l’Occidente intero, non è più il luogo in cui sono cresciuto, in cui ho fatto il chierichetto, in cui ho tirato calci a un pallone in braghette con la mia mamma che mi guardava preoccupata che mi beccassi un calcio, o mi sporcassi e poi mi mettessi in bocca le mani terrose prendendo i vermi. No, non abito più lì. La mia mamma è morta da un bel po’ e le mamme di oggi devono preoccuparsi che i profughi che giocano a calcio nel campo accanto non siano pericolosi.

È questo che è successo. I migranti sono arrivati e tutto è ormai diverso. Sono arrivati con la loro diversità pitturata sulla pelle e ci hanno distrutti. La paura dell’uomo nero ha cancellato tutto ciò che in millenni di storia avevamo imparato. E allora la devo smettere di fare il buonista. Mi voglio alzare in piedi e difendere la mia terra, difendere i miei valori. Scenderò in piazza e impedirò che mi portino via ciò che l’uomo europeo ha sudato e pagato con il sangue per secoli che sembravano non finire mai. No, non mi ruberete l’anima. Non mi toglierete l’illuminismo che ci ha liberati dal giogo della superstizione e dell’ignoranza.

Ah, scusa, pensavi che parlassi dei valori cristiani? Ma vaffanculo. No, sono altri i miei valori, sono altre le cose che a scuola mi hanno insegnato fondare la nostra società. Quelli che conosceresti anche tu se leggendo la Costituzione svizzera non ti fermassi a “In nome di Dio Onnipotente” per fartene scudo e spada. C’è scritto, testuali parole: “pace, spirito di solidarietà e apertura al mondo”. C’è scritto che la forza di un popolo si misura dal benessere dei più deboli. C’è scritto che la Confederazione promuove la pluralità culturale del Paese. Questo non è multikulturalismo dilagheggiante, per Dio, questo è ciò che ha scritto chi ha creato la Svizzera. E per questo io mi batterò, anche se fosse in guerra. Mi batterò per la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Mi batterò per la laicità dello Stato. Mi batterò per l’eguaglianza di tutte le donne e di tutti gli uomini. Mi batterò per la supremazia della ragione sulla credenza.

No, mi spiace, non mi batterò contro gli islamici per paura che mi islamizzino. Sono immune e il cervello è il mio vaccino. Ma combatterò contro qualunque stronzo che voglia mettere qualunque religione sopra alle leggi, alla ragione e alla libertà. Quindi la prossima volta che, ispirato dai tuoi sacri valori di difensore d’Europa, ti metterai a raccogliere secchiate d’acqua santa per far gavettoni ai profughi, ricordati che sarò li a guardarti “ridendo e burlando” come faceva Giordano Bruno di chi credeva nella verginità della Maria.

Perché, caro amico, i miei valori sono altri e con la tua acqua santa, con tutto il rispetto, mi ci sciacquo le palle.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!