L’arte di piegare e riporre

Pubblicità

Di

Vestiti Krims

di Krimskrams

 La lavatrice è stata senza dubbio la più grande invenzione per le massaie e ha migliorato in modo significativo la vita delle donne. Una vera rivoluzione.

Ai miei occhi gli altri elettrodomestici sbiadiscono al confronto: la lavastoviglie è antipatica perché si deve svuotarla, l’asciugatrice non la uso quasi mai perché consuma molta energia, il robot da cucina ingombra inutilmente il piano di lavoro… Potrei rinunciare pure al microonde che trovo pratico per riscaldare gli avanzi di cibo, arte in cui eccello secondo i miei figli…

Quello di cui sento la mancanza ora e che servirebbe per semplificare la mia vita e forse quella di altre donne (che in Svizzera e in Ticino si fanno ancora carico di gran parte del lavoro domestico) sarebbe una macchina che piega e ripone. Io stiro solo lo stretto necessario ma investo (?) del tempo a piegare e riporre la biancheria. Lavoro inutile potrebbe obiettare qualcuno. Perché ostinarsi ad accoppiare le calze (e accidenti ce n’è sempre qualcuna che si perde) quando le si può buttare alla rinfusa dentro un cassetto? Oppure perché lisciare gli asciugamani, piegarli in due o in tre (ci sono due scuole di pensiero) e impignarli rispettando lo stesso verso nell’armadio? Anche i canovacci li si può buttare arruffati su un ripiano del mobile in cucina come faceva un mio moroso. Quando aprivo l’anta mi mettevano tristezza.

Nell’azione del piegare e del riporre vedo un gesto di cura e di attenzione, un gesto che onora il bello e l’armonia. Ho invece avuto una ragazza alla pari che si dilettava a riordinare gli armadi. Quando vedevo la biancheria perfettamente allineata e divisa per colore quasi mi commuovevo. Piegare e riporre sono azioni perdute, come rimboccare le coperte: azioni che sembrano una roba da niente e invece denotano affetto e dedizione. Ci vuole però tempo, che spesso una mamma non riesce a trovare. C’è sempre qualcosa di più urgente di cui occuparsi. Ecco perché ci vorrebbe un elettrodomestico o forse un robot a cui delegare questa incombenza.

Sarebbe un nuovo balzo rivoluzionario. Lo penso ogni volta che con metodo preparo le mie torrette di biancheria da sistemare negli armadi.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!