Michele Guerra? Fuco di Stato

Pubblicità

Di

guerra michele 2della Redazione

Michele Guerra è un altro dei raccomandati di ferro della Lega in BancaStato, come il capogruppo Daniele Caverzasio. È ovvio, anche se fa girare un po’ le balle ai cittadini, che BancaStato sia lottizzata dai partiti. Insomma, se da una parte è garanzia che ognuno controlli l’altro, per alcuni è solo appoggiare le chiappone al caldo, un po’ come dei fuchi di Stato, ecco.

Guerra e Caverzasio sono in quota alla Lega, il che li rende abbastanza intoccabili. Diciamo che, a meno che non metti le mani addosso a un direttore, è difficile che ti scopino fuori. La stessa cosa vale, non ci illudiamo, per il governo, la RSI, l’ente ospedaliero e tutti quei posti che essendo, appunto, pubblici o parapubblici, sono teoricamente di tutti. Le domande che abbiamo posto nel precedente articolo, si riferivano a una presunta scappatella del Guerra, che si sarebbe dato malato presso il suo ufficio di BancaStato per poi farsi pizzicare a Milano in buona compagnia. Il Guerra sarebbe stato sospeso per una settimana. Si, lo so che pensate: “Al posto suo mi avrebbero licenziato.”

Guerra è anche uno dei paladini dei tagli e del meno Stato. Uno di quelli che in Parlamento parla allegramente di risparmi e mette in primis nei suoi interventi la buona intenzione della Lega nel ridurre gli infami sprechi dei lazzaroni statali. Meno Stato per gli altri e più per lui, si direbbe.

Ma dai, saranno solo voci, anzi, aspettiamo sereni una replica del Guerra, che siamo certi arriverà in brevissimo tempo. Saremo allora lieti di pubblicarla. Che diamine, anche un cane ha diritto di replica, figuriamoci un irreprensibile impiegato di un ente bancario così blasonato.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!