A Brusino la paura fa 2000

Pubblicità

Di

criminalità brusinodi Gherardo Caccia

In questa campagna delle comunali mi sto dilettando nel navigare in Facebook, alla ricerca di pagine più o meno ufficiali di gruppi, partiti, sigle o singole persone che decidono di sfruttare il potenziale dei social network per raggiungere i loro elettori e soprattutto avvicinarne di nuovi.

A parte i partiti storici, che ormai hanno degli staff appositi per veicolare le informazioni in rete, mi piace andare a scoprire quelle liste civiche che si dicono libere da ogni credo partitico, insomma quelli che la pagina Facebook se la fanno amatoriale. Incappo cosi in un’accattivante Brusino 2000. Poche informazioni, alcune foto del paese lacustre. Tra le poche informazioni, Brusino 2000 fa sapere che organizza una serata informativa intitolata “La Sicurezza del territorio è qualità di vita”. Ci mancherebbe, con i tempi che corrono la sicurezza è sicuramente un tema accattivante e attraente, soprattutto in un paese che, come molti sulla linea di confine, è stato colpito più volte da furti più o meni importanti. Il post inizia con una citazione: “Una vigile e provvida paura è la madre della sicurezza.” Vi si è accapponata la pelle pure a voi? A me sì. Cioè, davvero si vuole far leva sulla paura della gente per creare il bisogno di sicurezza? La citazione è di uno statista irlandese del ‘700, tale Edmund Burke, definito dai suoi contemporanei, tra cui Thomas Jefferson, un “reazionario e nemico della democrazia”. È per rispondere agli attacchi reazionari di Burke che il Sig. Thomas Paine scrisse “The Rights of Man”.

Insomma, la serata è ispirata da una frase reazionaria che punta sulla paura per mantenere il controllo con la scusa della sicurezza. Cominciamo bene. Il volantino della serata inoltre si apre con una domanda: “Lei, è sicuro di essere protetto?” No ma dico, insinui dubbi nei tuoi elettori, facendo terrorismo psicologico? Nuovamente puntando sulla paura, sull’insicurezza. Ma cosa hai in mente per il tuo Comune se punti tutto sulla paura della gente? Poi vedi tra i relatori un certo Michele Foletti, leghista doc e municipale di Lugano e capisci da che parte stanno questi. Cavalcano un carro sul quale ormai saltano tutti, quello della Lega e delle sue campagne di terrorismo mediatico che in 20 anni hanno prodotto quello che hanno prodotto: un cantone xenofobo, isolato, inascoltato. Altro relatore sarà un certo Roberto Orrù, citato come Direttore di un’Agenzia di sicurezza e vigilanza e, guarda caso, in lista proprio per Brusino 2000.

Una serata tra amici quindi, disinteressata e priva di interessi personali. Beh, mi son bastati un paio di click per capire più di quanto volessi… mi auguro vivamente che gli abitanti di Brusino Arsizio sappiano meritarsi di meglio il prossimo 10 aprile.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!