Il PS rincara la dose: “Il Municipio di Locarno fa lo struzzo”

Di

Immagine Poliziotti Locarnodella Redazione

Abbiamo dato in anteprima esclusiva la notizia della condanna in Appello di due agenti della Polizia comunale di Locarno per una fila di reati (http://gas.social/2016/03/19/agenti-della-comunale-di-locarno-pesanti-condanne-in-appello/), abbiamo offerto una sintesi della sentenza della Corte di appello e revisione penale nella quale abbiamo descritto con dovizia di particolari di cosa si sono effettivamente resi responsabili i due agenti (http://gas.social/2016/03/25/caso-dei-due-agenti-condannati-a-locarno-ecco-cosa-e-successo-quella-mattina/) ma niente, il Municipio di Locarno non dà risposte. Perché non si può definire “risposta” quel tentativo di banalizzare tutto da parte di Niccolò Salvioni, e nemmeno ci accontentiamo delle dichiarazioni di facciata riguardo ai provvedimenti presi – si dice – nei confronti dei condannati. Anche perché, nonostante quel che afferma la maggioranza municipale, il problema non si ferma qui. Lo ribadisce, con una nuova nota, il PS locarnese.

“Il Municipio di Locarno fa lo struzzo. C’è da preoccuparsi quando i municipali affrontano i problemi della città, come quelli denunciati dal Partito Socialista relativi alla polizia comunale, unicamente nella logica della campagna elettorale per sostenere il proprio partito e per difendere, anche con mezzi poco eleganti, il proprio cadreghino. Malgrado i nostri campanelli d’allarme (due interpellanze, tre interrogazioni, una segnalazione tramite mass media per non ricevere le solite risposte minimaliste), la maggioranza dei municipali sembra voler continuare a ignorare le lacune del comando e l’inadeguatezza di una (seppure piccola) parte del corpo di polizia. Le nostre accuse “appaiono (sic)” loro “gratuite e assolutamente prive di fondamento”. Purtroppo per Scherrer e Salvioni, esse sono documentabili”, scrivono i socialisti. I quali aggiungono che: “Se il Municipio sfida il PS, il PS è pronto ad esibire le prove di quanto ha sostenuto nel recente comunicato.”

Municipali che fanno gli struzzi per “calcoli elettorali”, dicono i socialisti. Municipali che “di fronte alle nostre precise accuse, sviano il discorso, si limitano a elogiare in astratto gli agenti scrivendo un’ovvietà, cioè che gli agenti sono vicini alla cittadinanza. Nessuna parola sulle continue denunce di abusi d’autorità, sui comportamenti arroganti e aggressivi di taluni.” Non tutti, ovviamente, perché “il problema proviene da quelli che fanno gli sceriffi sulle strade e con la loro prepotenza godono dell’appoggio del comandante. A seguito dei numerosi scandali, che vedono come vittime soprattutto giovani e stranieri, ma anche persone fragili e casi sociali, noi auspichiamo che il modus operando della polizia comunale nel suo complesso, a partire dalla gestione del comando, sia nella prossima legislatura oggetto di verifica e di approfondimento. Il malcontento circola anche tra gli agenti: gli abbandoni superano la media e obbligano il comandante a chiedere continuamente nuove unità.”

Auspicando un bell’audit per chiarire la situazione e ribadendo che “la sicurezza che deve essere garantita, certo, ma in modo degno”, il PS ributta la palla nel campo del Municipio. Scherrer e Salvioni inizieranno a pensare meno alla loro campagna elettorale e più a una comunità locarnese che si merita una polizia di cui fidarsi ciecamente?

Restiamo in attesa.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!