La pelle dei fiori

Pubblicità

Di

pelle fioridi Carol Bernasconi

Si chiama Flavia, vive in Brasile e fa la tatuatrice. Due anni fa si presenta nel suo studio una donna che le chiede un tatuaggio per coprire una brutta e lunga cicatrice che le attraversa l’addome, cicatrice che le ha procurato un ragazzo accoltellandola in discoteca. Flavia rimane colpita dalla sua storia e nella sua testa si fa strada un’idea, che ben presto trasforma in un progetto, al quale dà il nome “A Pele da Flor”, che significa “La pelle dei fiori”.

Nel suo studio Flavia accoglie le donne che sono state vittime di violenze o che hanno subito una mastectomia e le aiuta a “cancellare” la parte visibile sul loro corpo, trasformando le cicatrici in tatuaggi, in disegni che stanno a significare speranza e voglia di ricominciare. E lo fa gratuitamente.

“Si tratta di un granello di sabbia”, dice. “Il mondo è pieno di cose che devono essere affrontate. Abbiamo una lunga strada da percorrere per quanto riguarda la protezione delle donne dalla violenza”.

Si tratta sicuramente di un granello di sabbia di fronte alle tante tragedie nel mondo, ma questo granello ha il sapore e il profumo della speranza, dell’accoglienza e della voglia di ricominciare una nuova vita.

Piccoli gesti di amore come questo possono cambiare il corso della vita di molte persone, che dopo aver subito una violenza si chiudono in se stesse perché hanno perso la fiducia nel mondo e soprattutto nelle persone. E riconquistare la fiducia è il primo passo per tornare a vivere.

Abbiamo un bisogno enorme in questi “granelli di sabbia”: sono segnali che non stiamo diventando degli automi robotizzati senza cuore che si lasciano sopraffare dalle vicende della vita. Che stanno sul divano guardando scorrere immagini e notizie di guerra, distruzione e morte senza battere ciglio.

Fino a quando ci saranno persone disposte a trasportare granelli di sabbia, fino a quando ci saranno persone disposte a portare un messaggio di speranza nel mondo, senza chiedere nulla in cambio, saremo sicuri che ne valeva la pena.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!