Sodoma esiste!

Pubblicità

Di

Sodomadi Corrado Mordasini

Non so chi di voi ricorda la storia di Sodoma e Gomorra, che ho abbondantemente affrontato nello scorso autunno (qui i link agli articoli in questione: http://gas.social/2015/10/06/dio-sta-con-quelli-del-tennessee/, http://gas.social/2015/10/08/sodoma-e-gomorra-for-dummies/)

Sodoma, da cui deriva l’aggettivo sodomita, era la città dei peccatori. Il sodomita, per riflesso, sarebbe poi colui che utilizza pertugi non accettati dalla Chiesa per trarre il proprio piacere. Dicesi anche sodomita come termine colto per definire un omosessuale. Colto e anche un po’ da stronzi. Poi c’è Gomorra, che se la filano un po’ meno. Infatti, se esistono i sodomiti, dei gomorroidi non c’è traccia e nemmeno si sa a quali abominevoli pratiche si abbandonassero lascivi.

Comunque siate felici: Sodoma esiste! Dopo anni di ricerche, in Giordania è stata trovata una città risalente a un’epoca tra il 3500 e il 1540 a.C. Secondo gli archeologi si tratterebbe proprio di Sodoma. Ci lascia perplessi tanta archeologica certezza, vista la nomea degli abitanti: cos’avranno trovato gli archeologi? Dildi in pietra? Sarcofagi sadomaso? Costumi impolverati da drag queen?

Comunque, studiando i testi sacri, la città ritrovata sarebbe proprio nella zona esatta. Era una città-Stato ben sviluppata commercialmente e con alte mura di difesa che la circondavano. Perché poi Dio abbia deciso di cancellarla non si sa, a meno che non vogliamo dare credito alla versione ufficiale. In effetti la città venne abbandonata per circa sette secoli per poi essere recuperata nell’Età del ferro. Per la distruzione ci sono le teorie più disparate, dal terremoto alla pioggia di asteroidi, che sarebbe la più plausibile e si sposerebbe con le storie dell’Antico Testamento (la famosa pioggia di fuoco e zolfo).

Insomma, noi che della sessualità libera abbiamo fatto uno stile di vita dal ‘68 in poi non possiamo che essere felici di aver ritrovato questa antica città, simbolo di comportamenti certo poco elevati ma decisamente più divertenti che stare inginocchiati su una panca per un’ora ogni domenica.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!