Sì, è ora di una politica più trasparente

Pubblicità

Di

soldidi Bruno Samaden

La buona notizia di oggi è che può finalmente cominciare la raccolta firme per l’Iniziativa sulla trasparenza, promossa a livello federale dai partiti di sinistra e dal PBD.

Innanzitutto l’iniziativa, qualora fossero raccolte le 100 mila firme necessarie e in seguito fosse approvata dal popolo, obbligherà i partiti politici a rendere noti i nomi di chiunque versi loro più di 10’000 franchi mentre i partiti con rappresentanza alle Camere saranno tenuti a rendicontare tutti i regali o donazioni ricevute da persone sia fisiche sia giuridiche. Chi spenderà più di 100’000 franchi per una qualsiasi campagna sarà invece tenuto a presentare il budget prima dell’inizio della stessa, comunicando nomi e cognomi di chi parteciperà alla stessa versando più di 10’000 franchi. Ma non è finita: non potranno più essere accettate donazioni anonime.

Poche regole, che non andranno minimamente a limitare né controllare le piccole donazioni di militanti o iscritti, ma che andrebbero a colpire invece duramente le zone d’ombra che sempre più coinvolgono la nostra politica. Il peso delle lobby, l’influenza di certe categorie nei lavori parlamentari, la scarsissima trasparenza di certe donazioni hanno portato la sinistra a lanciare questa iniziativa per riaffermare la dignità della politica e di chi la fa. Come affermato dal PS, nelle ultime elezioni federali si sono arrivate a vedere somme di spesa di singoli candidati pari a quelle presenti nelle primarie americane. Robe folli.

Che poi, al di là dei giusti e sacrosanti discorsi sulla trasparenza, non morite dalla curiosità di vedere nel dettaglio quali e quanti aziende, deducendone poi sempre voi i motivi, finanzino a pioggia l’UDC?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!