Il Corriere di via Monte Boglia

Pubblicità

Di

foa marcellodella Redazione

A pochissimi giorni dalle (tiratissime) elezioni a Lugano, ecco che oggi il Corriere del Ticino regala un’altra perla di giornalismo: una pagina intera dedicata alla Lega, con elegiaca intervista all’Attilio dimissionario (con tanto di inno al nepotismo familiare riguardo alla sua successione) e abbondante spazio (con tanto di maxi foto) dedicato a Lorenzo Quadri con la scusa del lancio dell’iniziativa di Ghiringhelli sulla legittima difesa. Iniziativa che, rettamente, “laRegione” ha fatto commentare anche a persone che non la condividono raccogliendone le motivazioni. Ma vabeh, dettagli no?

Eppure al quotidiano di Pontiggia va riconosciuta una granitica coerenza. Sempre oggi, infatti, trova spazio un editoriale di Marcello Foa che – dall’alto del suo blog sul sito de Il Giornale e di anni e anni al servizio di Berlusconi – ci spiega, perché lui sì che ne sa, che lo scandalo dei Panama Papers non è figlio di giornalismo d’inchiesta, ma di qualcosa di “ambiguo”. Insomma, scandagliare informazioni, far venir fuori lo sporco e il lercio del mondo, denunciare truffe finanziarie ed evasioni fiscali per Foa non è giornalismo. Non sorprende, quindi, che nel quotidiano più influente del nostro piccolo cantone la notizia della condanna penale che ieri si è beccato Boris Bignasca si meriti solo una breve. A Muzzano, evidentemente, neanche dare il risalto che certe notizie meriterebbero è giornalismo.

Un’altra giornata nera per l’informazione ticinese, regalata oggi da chi bastona la RSI ogni volta che può accusandola di essere orientata politicamente. Alla faccia…

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!