Boris Bignasca: tagliamo 30 deputati! Ma hai fatto i calcoli?

Pubblicità

Di

Sì, forse due calcolini prima di entrare in una simpatica educazione di Civica, cosa di cui Boris Bignasca e i suoi amichetti sembrerebbero avere disperatamente bisogno, andrebbe fatta.

Boris e i leghisti gridano allo spreco, naturalmente sottacendo quanto costano alla popolazione ticinese le loro interrogazioni continue che non portano quasi mai a nulla. Centinaia di migliaia di franchi (6’000 fr. a botta) buttati allegramente dalla finestra. Ma questa è la democrazia leghista.

Dicevamo. Boris e la Lega propongono di tagliare il numero dei parlamentari in Ticino. Secondo lui sarebbero troppi, e uno spreco per l’erario. “60 bastano!”, tuonano i ragazzi di via Monte Boglia. Per corroborare la loro tesi tirano in ballo gli altri cantoni. Appenzello Esterno ha 65 Granconsiglieri! Uri 64! Glarona, Nidvaldo, Sciaffusa e Giura addirittura 60! Obvaldo 55 e Appenzello Interno appena 49! Signori! Ma non si vergogna il Ticino con tutti questi deputati? Peggio della Fallitalia.

Ma ecco i famosi calcolini, finalmente:

Appenzello esterno ha 53’691 abitanti;

Glarona ha 39’593 abitanti;

Nidvaldo 41’888 abitanti;

Il Giura ha 71’730;

Sciaffusa ha 78’783 abitanti;

Obvaldo ha 36’507 abitanti;

Appenzello interno ha 55’778 abitanti;

Il Ticino ha 346’539 abitanti.

I 7 cantoni sommati nella loro popolazione arrivano a 377’962 unità. Poco più della popolazione totale del Ticino. Facciamo, per essere generosi, una media matematica della popolazione nei cantoni citati dalla Lega. Fa 53’994 persone a cantone.

Dunque in media, dividendo per 7, in questi cantoni, un deputato rappresenta 900 elettori. Bella la democrazia diretta, eh? In Ticino no, i nostri 90 Gran Consiglieri hanno decisamente più potere. Un deputato ticinese fa capo a 3’850 elettori, quattro volte di più di uno glaronese o sciaffusano. Se passasse l’idea dei leghisti, ogni deputato arriverebbe a rappresentare 5’775 elettori. Un enormità rispetto agli esempi citati dalla Lega stessa.

Detto questo, i leghisti dicono che il parlamento cantonale costa 5 milioni di franchi. Ammette anche però che evidentemente il costo non subirebbe un tracollo del 30% essendoci numerosi costi fissi. Non sarà che la diminuzione a 60 deputati premierebbe, come fa di solito, i gruppi più numerosi, emarginando quelli più esigui? Tradotto: con 60 deputati, i leghisti rischierebbero in proporzione di avere più peso ancora. Altro che risparmio. E poi, scusate, non sono i deputati leghisti a gridare sempre al popolo sovrano? E vorrebbero togliergli dei rappresentanti? E per ultimo, facciamo nostra una frase di Dadò: “Boris, ma come ti vengono in mente queste idee? Volete scacciare dal parlamento minoranze, operai, zone periferiche? Proprio voi?”

Ah, per la cronaca. Ogni deputato di Obvaldo rappresenta 663 cittadini. Boris, io andrei a Obvaldo a riformargli un po’ il parlamento, a quei grattaculi!

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!