Le Migliori di Facebook – La carne da macello siamo noi

Di

Migliori di FacebookEh si, cara la mia Lia ocometichiami, tu che mi guardi con quegli occhi grigi e quel finto sorriso, sotto il trucco troppo pesante, non puoi saperlo, ma non sono sempre stato così. Avevo sogni, speranze. Avevo un Amore. Per te sono uno dei tanti, neanche una persona: un bancomat con le gambe.
E nemmeno mi piace venire da te. Cosa sei? Bulgara? Ah, no, rumena, giusto.
E io, coi miei sogni, col mio lavoro serio, con la mia giacca e cravatta, arrivo qua, in un paesino sperso sul lago tra Luganese e Mendrisiotto, in una stradina buia. Col mio mercedes, i miei sensi di colpa e la mia vergogna, all’una di notte, per stare con te. Che sei bellissima, ci mancherebbe. Che c’hai 20 anni e un bambino piccolo.
E faccio quel che devo fare. Quel che ci si aspetta che io faccia. Ma la verità è che spero di riprovare a sognare. Che quel che voglio non sta tra le tue gambe. Che quel che voglio sono i tuoi 20 anni, la libertà, l’assenza di responsabilità, poter fare altre scelte. Scelte nuove.
Ma tu mi guardi e non capisci. Non capisci niente. Sexy da morire ma con lo sguardo del casellante quanto allunga il seimillessimo resto della serata.
Dovrei mollare tutto e andarmene. Un barettino sulla spiaggia. Che con tutti quelli che lo dicono ormai ci saranno più barettini che spiagge.
Invece tornerò a casa, alla mia noiosissima casa, coi miei noiosissimi figli e la mia annoiatissima moglie. E giovedì prossimo sarò di nuovo qua, col mercedes, la cravatta, la mia vita di merda e il centone pronto. Che quando te lo lascio sul comodino è una liberazione. Perché si dice che voi siete carne da macello, ma in quel momento so che la carne da macello siamo noi. Siamo tutti. E di importante non c’è più niente.

Gino Ceschina

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!