Ma come fate ad essere così ottusi?

Di

Swiss lifedi Corrado Mordasini

Torniamo a parlare di lavoro, e di salario di base. Ce ne offre l’occasione Patrick Frost, di Swiss Life, gruppo che si occupa prevalentemente di assicurazioni sulla vita e previdenza professionale.

Frost, come dice il suo nome, ci ha fatto un po’ venire il gelo proponendo, per ristabilire l’equilibrio del finanziamento della previdenza vecchiaia, oltre a un abbassamento dei tassi di conversione anche l’aumento dell’età pensionabile.

Io, come tanti lettori del GAS, non sono un economista ma mi pongo sane domande che probabilmente hanno come radice la saggezza contadina, quella che non necessitava tanta cultura me era legata alle cose pratiche di ogni giorno.

Mettiamola così: Non sai come pagare le pensioni. La popolazione invecchia sempre di più e la piramide demografica sta arrivando a un’inversione, cioè, in pochi anni saranno meno i giovani degli anziani. Dunque minore forza lavoro dovrà assicurare una vecchiaia sempre più lunga a un gruppo di anziani sempre più numeroso. Naturalmente non si può. La soluzione di Frost e della confederazione? Aumentiamo l’età pensionabile a 70 anni.

Bella idea, eh? Semplice semplice, facile da attuare. Anche voi però vi sarete resi conto, perché è il sistema attuale che te lo sbatte in faccia ogni giorno, che è un idiozia colossale.

Aumento a 70 anni la pensione e creo una categoria di lavoratori sempre più difficilmente collocabili. Se già oggi è difficile trovare lavoro per un 55enne, figuratevi per uno di 65. E i giovani? Più posti occupati e non abbandonati dagli anziani lavoratori, meno probabilità di trovare lavoro e disoccupazione. Niente prepensionamenti che già oggi sono valvola di sfogo per alcune aziende. Ma alla base di tutto una situazione che peggiora sempre di più. La popolazione svizzera supera già gli 8 milioni e molti vedono un limite oggettivo di 10 milioni per occupare il nostro territorio già saturo. Domani che faremo? Aumenteremo la pensione a 80 anni? Faremo studiare “i giovani” fino a 40?

Questa gente ragiona come quelli che ritengono il pianeta terra un inesauribile botte dalla cui attingere vino, con l’idea che tanto saranno poi quelli che arrivano dopo a provvedere a rabboccare il barile. Il salario di base (di cui ci siamo già occupati http://gas.social/2016/05/02/la-natura-di-pamini-e-il-reddito-di-cittadinanza/) invece affronta questo problema con un nuovo approccio di sistema. Un reddito di base per tutti, niente più assicurazioni sociali, pensioni o previdenza (e qui Swiss Life sarebbe scopata via). Un sistema diverso di pensare una società che non può crescere a dismisura come un termitaio a rischio di uccidere l’albero che lo ospita.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!