Blocher preoccupato dai populismi. Ah, ok

Di

blocher 1di Bruno Samaden

Domenica grazie al SonntagsBlick siamo venuti a sapere che Christoph Blocher è molto, ma molto preoccupato per gli estremismi populisti che stanno dilagando in Europa. Carino, no?

Fa effetto leggere uno che ha fatto dell’estremismo e del populismo le proprie fortune politiche dire che no, gli altri stanno proprio esagerando. E perché starebbero esagerando, di grazia? Semplice: perché a) il Front National di Marine Le Pen è “nazionalista e socialista”; b) dimostrano il fallimento della politica. Politica che attenzione, badate bene, in Svizzera è salva per merito suo. “Grazie all’UDC, affrontando temi che in altri Paesi finiscono in mano ai populisti, come l’immigrazione di massa o gli abusi dell’asilo, abbiamo evitato queste derive.” Ah beh, tante grazie.

Insomma, le due legnate elettorali sull’Iniziativa d’attuazione e sulla Riforma dell’asilo pare l’abbiano stordito non poco. L’UDC è il partito nazionalista e populista per eccellenza, che non ha assolutamente salvato la Svizzera dalle derive subite dagli altri Paesi ma, anzi, l’ha fatta finire in un vortice incredibile come con l’Iniziativa contro l’immigrazione di massa che nemmeno i Democentristi sanno minimamente come applicare visto che – Blocher in primis – cambiano idea ogni dieci giorni: Pierre Rusconi addirittura non la rivoterebbe. L’UDC ci ha regalato gli insulti di Roger Köppel a Simonetta Sommaruga, le condanne a Martin Baltisser e Silvia Bär per istigazione all’odio razziale contro il popolo kosovaro, inquietanti e ben finanziate campagne elettorali che rappresentavano una Svizzera in balìa degli invasori, la pessima figura di “Bàla i ratt” e tante altre amenità che non riportiamo per carità di Patria.

Blocher non ci ha salvato proprio da un bel niente, tutto il contrario. Ha fatto diventare norma politica ciò che il buon senso impedirebbe lo fosse, ha cavalcato il dramma dei migranti solo per fini elettorali, ha fatto della cultura del bonifico la forza vitale di un partito.

Spiace che Blocher sia preoccupato per i populismi. Significa che è preoccupato da se stesso, e non è una bella cosa.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!