Esseri umani trattati da birilli

Pubblicità

Di

Migrante raminadella Redazione

Cosa sta diventando l’uomo? Che barbari disumani stanno popolando sempre più questo mondo? Queste sono due tra le tante domande che vengono spontanee leggendo cosa è successo ieri in Grecia, grazie alla denuncia della Gran consigliera Lisa Bosia Mirra.

Quattro persone ospitate nel campo greco di Kavaleri-Sinatex stavano tornando verso il campo passeggiando lungo la statale. All’improvviso è comparsa una macchina che ha accelerato, ha preso bene la mira e li ha volontariamente falciati. Non contento, chi ha usato degli esseri umani come dei birilli ha abbassato il finestrino e con sommo piacere ha fatto loro il dito medio. Ha riacceso il motore, lasciando tre persone in un lago di sangue e gravemente ferite sulla strada, e se n’è andato. I soccorsi sono arrivati dopo ben 30 minuti, mentre a provare ad aiutarli dal primo momento sono stati tre volontari del gruppo Calabria X Idomeni. “Li hanno investiti facendoli sbalzare di 15 metri”, ha affermato Ciro, uno dei primi ad arrivare sul posto. Un’altra volontaria ha immediatamente postato le foto che trovate qui sotto a corredo dell’articolo.

Sempre ieri, 18 giugno, è successo un altro fatto, altrettanto emblematico. Nei pressi del campo di Vasilika, una macchina ha sbandato schiantandosi, per cause ignote, contro un albero. “Poteva essere una strage”, racconta Andrea, un volontario di Balerna, “perché due metri a fianco c’erano cinque ragazzi, due bimbi e una volontaria. Inutile dire come sono stati proprio i rifugiati a togliere dall’auto il conducente, prestandogli i primi soccorsi e aspettando assieme a lui l’arrivo dei soccorsi”.

Succede questo e molto altro in quell’Inferno in Terra che sono i campi profughi. Esseri umani trattati come birilli del bowling da qualche mente malata, esseri umani pronti ad aiutare immediatamente una persona in difficoltà. Esiste qualcosa più in là del razzismo? Sì, ci siamo arrivati: questa è criminalità pura e semplice. Non è più bieco pregiudizio, diffidenza e aridità d’animo. Ora, in Grecia come in chissà quante altre parti dell’Europa, magari passati sotto silenzio, si consumano atti di criminalità odiosa e terribile, disumana e lontana anni luce da come dovrebbe comportarsi un uomo.

A questo siamo arrivati.

Grecia

Grecia2

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!