La solita sindrome da provinciali

Pubblicità

Di

Circodi Marco Cattaneo

Per carità, non ho chissà quali competenze teatrali. Ma sono uno del popolo, uno di quelli che non deve per forza tirarsela da esperto quando vede qualcosa, e uno che ha la coerenza sufficiente per dire che quando qualcosa fa schifo, beh, fa schifo.

Sto parlando dello spettacolo teatrale per l’inaugurazione della Galleria di base del Gottardo. Spettacolo piaciuto un sacco a Norman Gobbi e a molta, molta gente stando agli esultanti commenti sui social media. A me non è piaciuto, per niente: l’abito di Doris Leuthard valeva da solo tutto lo spettacolo, a mio modesto avviso. Ma non è nemmeno questo il punto, perché i gusti sono gusti ed evviva il Gottardo. Il punto è che questo spettacolo è stato l’emblema della sindrome da provinciali che abbiamo nel nostro Cantone.

Non me ne voglia il regista tedesco Volker Hesse, ma noi in Ticino abbiamo un Daniele Finzi Pasca famoso in tutto il mondo, animatore del canadese Cirque du Soleil, realizzatore della meravigliosa cerimonia di chiusura per le Olimpiadi invernali del 2006 a Torino. Non si poteva chiedere a lui? Perché è stato snobbato da chi per farsi bello ha fatto sogni di grandezza invitando il “grande ospite” senza considerare la meravigliosa Compagnia chilometri zero?

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!