Le cliniche rendono? E allora compriamocele!

Pubblicità

Di

BeltraDSSdi Corrado Mordasini

Ecco un discorso rivoluzionario che sarà tacciato sicuramente di “comunistoide”, ma proviamo a seguire un ragionamento al contrario per una volta.

Le recenti votazioni sull’Ente ospedaliero cantonale vinta e sugli ospedali di Acquarossa e Faido bocciata per un soffio, ci mettono di fronte a una realtà. I Ticinesi penso abbiano capito che l’intrusione del privato nel pubblico sia sufficiente. Ma il ragionamento è un altro, e cioè: perché c’è il privato nel pubblico?

Ovvio, perché rende. Fa soldi. In poche parole, se abbiamo 23 cliniche private e 11 ospedali pubblici è perché sulla salute ci si fanno un sacco di soldi. Se no, ve lo garantisco, non ci sarebbe una clinica privata neanche a pagarla a peso d’oro. Ovunque si possa avere denaro dallo Stato, spuntano associazioni, fondazioni e strutture che in qualche modo vivono grazie ai soldi di quel vituperato Stato. Certo, a volte il privato serve, non diciamo di no, ma molto più spesso il presunto risparmio che ci sventolano davanti è solo uno specchietto per le allodole.

L’esempio ce l’abbiamo davanti agli occhi, con la recente statalizzazione delle mense scolastiche, per buona parte in mano a privati negli anni passati. Non solo ora è migliorata la qualità, ma si è arrivati addirittura a risparmiare. Proprio perché si utilizzano dei fornitori unici, controllati e non c’è speculazione.

E allora facciamo un esercizio inverso, e queste cliniche che volevano entrare nel pubblico per guadagnarci, ce le compriamo. Così sarà lo stato (e cioè noi) a guadagnare e a creare un sistema ancora migliore. Non sto scherzando. Facciamo un referendum per acquistare le cliniche private. Certo, costano, ma rendono anche e potremmo ammortizzare in poco tempo, creando quell’eccellenza che sappiamo creare come ci dice il buon Beltraminelli. Altrimenti sarebbe a dire che il pubblico in realtà non sa fare quello che sanno fare le cliniche private, che oltretutto in Ticino sono, come abbiamo visto sopra, sovradimensionate. Nessuna perdita di lavoro, salari migliori e una sanità che sarebbe il fiore all’occhiello del cantone. In grado di interagire perfettamente anche col settore privato come fa già oggi.

Sto dicendo cazzate?

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!