Ospedali? Alzo zero

Pubblicità

Di

Armidi Angela

“Tra il gennaio 2014 e il dicembre 2015 sono stati effettuati 594 attacchi a strutture ospedaliere di 19 nazioni uccidendo 959 persone e ferendone 1561”: sono dati dell’OMS (Organizzazione mondiale della salute).

Nel 62% dei casi si tratta di attacchi mirati e quindi di crimini di guerra. Condannati dall’ONU e da tutte le possibili istanze internazionali, ma di fatto sempre impuniti. I bombardamenti più frequenti avvengono in Siria, Libano, Afghanistan, Yemen e Iraq. Nella sola Siria si sono registrati 122 attacchi agli ospedali che hanno portato alla chiusura – sono dati dell’UNICEF – di 600 cliniche e posti di soccorso. Sempre più frequenti anche gli assalti alle ambulanze. L’organizzazione “Physicians for Human Rights“(PHR) ha registrato nel 2015 la morte di 107 medici e infermieri. Il 72% ha perso la vita durante gli attacchi aerei, l’11% è deceduto per ferite dovute a colpi di fucile e un altro 11% è morto sotto le torture; il 5% ha subito la condanna a morte.

Carla Del Ponte ha denunciato proprio oggi i crimini di guerra commessi in Siria.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!