Sommaruga ha vinto su tutta la linea

Pubblicità

Di

Sommarugadella Redazione

Dopo la disfatta di fine febbraio cui è andata incontro con l’Iniziativa d’attuazione, la destra populista svizzera oggi ha ricevuto un altro fermo stop: la riforma dell’asilo voluta con forza da Simonetta Sommaruga è stata approvata dal 66,8% dei votanti.

La Consigliera nazionale socialista Marina Carobbio da noi raggiunta afferma come si tratti di una “chiara sconfitta dell’UDC, che ha strumentalizzato questa necessaria revisione di legge dell’asilo per portare avanti la propria campagna in ambito migratorio, schierandosi contro ogni politica sugli stranieri e in particolare contro Simonetta Sommaruga.” Ricordiamo tutti come Roger Köppel affermò in diretta televisiva che l’obiettivo dei Democentristi fosse sconfiggere la Consigliera federale socialista e non il referendum in sé. “Infatti”, continua Carobbio, “l’UDC aveva un doppio obiettivo: combattere Sommaruga e inasprire la legge sull’asilo.” Un fallimento.

Andreas Glarner, il delegato democentrista per i temi migratori, ha affermato con sprezzo del ridicolo che l’UDC non si è mai fatta grosse illusioni sul risultato perché lo spiegamento di forze e risorse da parte di chi appoggiava la riforma Sommaruga ha “creato una macchina di propaganda e ingannato il popolo svizzero”. Marina Carobbio non ci sta, e sempre a noi di GAS risponde affermando come “già da un paio di mesi l’UDC ha dichiarato i pochissimi mezzi investiti, probabilmente preoccupati dal pessimo risultato di fine febbraio sull’Iniziativa d’attuazione hanno fatto marcia indietro”.

Una sconfitta netta, nettissima per l’UDC e la destra populista decretata anche dal 55,8% di Ticinesi che, nonostante la Lega e il Mattino, hanno approvato la riforma di Simonetta Sommaruga. Un dato incoraggiante, soprattutto alla luce del fatto che solo tre mesi fa il nostro Cantone approvò la disumana Iniziativa d’attuazione per l’espulsione dei criminali stranieri con quasi il 60% di Sì.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!