Ti aiuto a crescere

Pubblicità

Di

bambino giovanidi Carol Bernasconi

L’ho già scritto e lo ripeto: essere genitori è uno dei mestieri più difficili del mondo. Nella mia piccola esperienza di mamma con due figli di età molto diverse mi accorgo ogni giorno di quanti errori si possono fare.

La sera, prima di addormentarmi, la mia mente si chiede se ho fatto del mio meglio, se sono stata un esempio per i miei figli, dove posso migliorare. Poi mi addormento con il buon proposito di partire il giorno dopo con l’energia giusta, energia che però spesso viene assorbita da molte altre cose durante la giornata. Essere genitore ha una lunga lista di doveri da riuscire ad assolvere giorno per giorno: ascoltare, sostenere, incoraggiare, mettere dei paletti, allargare questi paletti quando è il momento giusto, criticare in modo costruttivo, mostrare anche i propri limiti e le proprie debolezze, essere capaci a parlare di tutto, ridere, scherzare, coltivare il senso dell’umorismo e dell’autoironia, insegnare quando la vita va presa sul serio e quando no, essere una spalla su cui piangere o un compagno di giochi… Insomma, un gran bel guazzabuglio di situazioni e di emozioni.

Il nostro sogno più grande è quello di vedere i nostri figli trasformarsi in adulti sereni, equilibrati, felici e realizzati. C’è però un grande pericolo in agguato, che spesso sottovalutiamo o non vediamo oppure ancora non vogliamo vedere. Il pericolo è quello di trasformarci in “genitori spazzaneve”. Il termine è stato coniato in Inghilterra in un collegio femminile. Il genitore spazzaneve “ripulisce ogni cosa davanti al proprio figlio in modo che nulla possa andare storto e possa minacciare la sua autostima”. In pratica si trasmette al proprio figlio il messaggio che perdere o arrivare secondi non è ammesso in famiglia e soprattutto in società. Che gli sbagli, gli insuccessi o i fallimenti non portano a nulla di buono, che una persona ha valore solo se vince sempre in ogni ambito. E per arrivare a questo alcuni genitori, a diversi livelli di consapevolezza, si trasformano in genitore spazzaneve e spianano la strada ai propri figli, senza accorgersi che così si crescono e si educano ragazzi in una campana di vetro e incapaci di affrontare un fallimento. Senza contare che spesso da un fallimento possono nascere decine di altre opportunità e che i fallimenti, se affrontati con l’accompagnamento giusto e la mentalità positiva, aiutano a crescere e a rinforzare il nostro carattere.

Dare la colpa agli insegnanti per una brutta nota, all’arbitro per aver perso una partita, al compagno di banco che riesce meglio di me e sostenere sempre e comunque la tesi di nostro figlio senza mai mettere in discussione la sua parola è dannoso per il figlio stesso. Tutti sbagliano, a parte mio figlio. E per difenderlo sono disposto a litigare con il mondo intero. Tutto questo porterà ad avere figli stressati, fragili, che non hanno un vero contatto con la realtà , che molto spesso è fatta di scelte faticose, impegnative e di cadute. Abbiamo il dovere di insegnare ai nostri figli che si può sbagliare, che si può fallire e che imparando da questi errori si migliora e si cresce. Non possiamo stare davanti a spianare loro la strada e nemmeno possiamo sostituirci a loro.

Il nostro è un compito difficile. Dobbiamo saper mantenere la giusta distanza, essere presenti ma non assillanti, un punto di riferimento . Dobbiamo essere in grado di guardarli cadere e di lasciare che si rialzino da soli, perché solo così cresceranno. Non serve uno spazzaneve, ma una pala casomai. Aiutiamoli a spalare la neve fino a quando capiranno come fare da soli. I muscoli indolenziti piano piano si abitueranno e spalare diventerà sempre meno faticoso. A quel punto avremo capito di aver fatto un buon lavoro.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!