La Regione muore d’inedia

Di

Sarà il caldo, non c’è dubbio. Non vogliamo pensare che i giornalisti de la Regione non abbiano più che una perfetta padronanza del nostro idioma. Nell’occhiello del titolo in prima pagina, Mister Prezzi bacchetterebbe Berna sulle dita per l’“inedia” con cui langue sui costi dei medicinali.

Ricordiamo, così per dovere di cronaca che di inedia si può morire, anche se siamo sicuri che la Regione non intendeva affatto questo. “Inedia” proviene dal latino edere, infatti si usa anche in italiano il termine “edibile” per definire un genere commestibile. “Inedia” infatti è un lemma che definisce una lunga astinenza dal cibo e il conseguente deperimento che ne consegue.

Forse il giornalista intendeva ignavia? Non è perfetto ma potrebbe starci: “indolenza o viltà eletta a forma di vita” ci dice il dizionario Treccani. Insomma, tradotto in ticinese è quando sei un grattaculo.

Attenti allora a usare termini forbiti, sono bellissimi e arricchenti ma al contempo insidiosi!

Inedia

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!