Le migliori di Facebook: Noi, poveri italiani

Di

Stamattina sono andato in un supermercato, ho fatto la spesa (prodotti Made in Italy, perchè Italia = qualità sempre, SEMPRE) e mi son diretto alla cassa. Mentre facevo la fila, davanti a me noto una povera anziana malata, l’ho capito perchè aveva la voce da uomo, probabilmente problemi alle corde vocali, che non aveva i soldi per pagare la spesa che ammontava a 1942 euro e lei aveva solo 0,0000001 euro. La cassiera, una romena di merda, gli diceva di rimettere tutto a posto perchè non poteva farci niente, nonostante le suppliche della povera anziana. Io mi faccio avanti e, invece di

pagare al posto della donna, inizio a litigare con quella zingara di merda:

– Zingara, non vedi che è una povera anziana ITALIANA? Offrigli subito la spesa.

– Signore, non vedete che è un uomo travestito che si finge anziana per non pagare?

– VERGOGNIA! Noi itagliani siamo honesti! Noi non truffiamo, noi non ammazziamo, la mafia è solo un’invenzione delle zecche rosse e uomini come Provenzano e Riina sono onesti imprenditori accusati ingiustamente. Questa povera signora probabilmente ha perso i capelli e tiene la parrucca perchè ha paura che voi stranieri la giudicate.

– Se ne siete così sicuro, perchè non le offrite voi la spesa.

– IO??? Non avete già tolto abbastanza agli itagliani voi stranieri? È giunto il momento di restituire una parte del malloppo.

– Signore, io non ho mai rubato nulla.

– Bugiarda, il ghoverno vi paga 1000 euro al mese, vi da l’ultimo modello di iPhone ogni anno e una villona con servi ITALIANI.

– Signore, io vivo con 500 euro al mese in una casa popolare e ho un Nokia 3310

– VISTO!1!1!!1!1???? Lo spazio occupato dalla tua casa popolare poteva essere usato per costruire case per gli italiani honesti, e non per voi invasori.

– Signore, sono l’unica straniera del mio palazzo, tutti gli altri sono italiani.

– Sono stanco di parlare con te, TORNA NEL TUO PAESE PROFUGA.

– Signore, sono giunta in Italia con visto regolare e ho preso da 2 anni la cittadinanza italiana.

– CITTADINANZA? QUINDI SEI ISCRITTA AL PIDDI!!1111!!1!!!1

– No, possiedo tutti i requisiti necessari.

Mentre parlavo arriva uno della sicurezza che, da colluso col PIDDI che è, mi sbatte fuori a me e alla povera donna anziana che si toglie la parrucca e scappa. Perchè quella povera anziana è fuggita? Mi giro e scopro subito il perchè, un profugo sta chiedendo l’elemosina e mi sta guardando con uno sguardo minaccioso, non c’è dubbio, è islamico, STA PER COMPIERE UN ATTENTATO, DEVO FERMARLO. Prendo un palo che si trovava li vicino, glielo spacco in testa e fuggo prima che possa innestare la sua cintura esplosiva, neanche due minuti dopo una volante della polizia mi raggiunge, gli agenti mi bloccano, mi ammanettano e mi portano via. Ora mi trovo dentro una cella insieme ad un honesto italiano accusato ingiustamente di aver ucciso sua figlia. Governo di merda, sbatti in cella a noi italiani e gli stranieri sono liberi di fare attentati e rubarci il lavoro.

Antonio Florenza

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!