Padroncini italiani all’assalto pure a Locarno!

Pubblicità

Di

d'errico arondi Corrado Mordasini

Ho voluto tenere lo stesso titolo che il sedicente giornalista Aron D’Errico, patrizio di Corcapolo, cattivista e chiuditore di frontiere ha usato per denunciare, a suo parere, fatti incresciosi avvenuti in quel di Locarno, ridente cittadina sul Verbano che ha la sfortuna di averlo come consigliere comunale. Ma lasciamo parlare il sedicente:

“Infatti, in Città Vecchia, sono in corso dei lavori per la realizzazione di una nuova termopompa di uno stabile: come idraulico è stato chiamato un padroncino italiano, con veicolo targato Milano! Non c’erano idraulici a Locarno che potevano fare questo lavoro? (…)”

 E poi parte la solita tiritera con toni pacati e sereni sulle colpe della libera circolazione, degli immigrati, del buonismo, dei kompagni ecc. ecc. D’Errico prosegue:

“I fringuelli cinguettano che il proprietario dello stabile porti un cognome molto conosciuto a Locarno in campo politico! Infatti, si mormora che lo stabile sia di proprietà di una nota grande famiglia, proprietaria di molti immobili in Città Vecchia, che ha tra i suoi rampolli un esponente di spicco a Locarno di un partito storico in affanno…”

A noi sinceramente non frega una cippa di chi sia lo stabile, fatto sta che il fringuello ha trovato evidentemente un pollo come interlocutore. A D’Errico sarebbero bastati un minimo di ricerca e informazione, ciò che potrebbe fare chiunque, per scoprire che in quello stabile non ha lavorato nessun padroncino, ma un operaio della ditta Torisa SA, installatrice di termopompe di Minusio. A questa, si aggiungono l’Inelettra di Gambarogno per gli impianti elettrici e Impresa Canonica, di Locarno, per la parte edile. Insomma, un parterre tutto ticinese DOC.

Si sa, i polli sono un po’ come le gazze, prendono facilmente degli abbagli. La prossima volta, magari, non dare retta a ogni fringuello che ti viene a cifolare all’orecchio.

unnamed

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!