Perché la Turchia riscopra la poesia

Pubblicità

Di

erdogan

Di Corrado Mordasini

Nazim Hikmet è stato forse il più grande poeta turco, definito un comunista romantico.

Hikmet è scomparso nel 1963, ma la sua voce risuona ancora tra le pareti della moschea blu, tra i palazzi di piazza Tahrir e corre a pelo d’acqua sul mare di Marmara. Hikmet incarna l’amore, la bellezza della terra tra due terre, del ponte fra oriente e occidente. Hikmet è gentilezza, quella gentilezza che i cantori d’asia ci hanno insegnato ad apprezzare, perché in quelle terre non c’è solo sangue e polvere. Dedichiamo questa sua poesia alla Turchia, perché possa ritrovare la voglia di scrivere poesie.

Dedichiamo alla Turchia un grande poeta, che solo una terra ricca di cultura e martoriata poteva produrre.

Angina Pectoris

Se qui c’è la metà del mio cuore, dottore,

l’altra metà sta in Cina

nella lunga marcia verso il Fiume Giallo.

E poi ogni mattina, dottore,

ogni mattina all”alba

il mio cuore lo fucilano in Grecia.

E poi, quando i prigionieri cadono nel sonno

quando gli ultimi passi si allontanano

dall’infermeria

il mio cuore se ne va, dottore,

se ne va in una vecchia casa di legno, a Istanbul.

E poi sono dieci anni, dottore,

che non ho niente in mano da offrire al mio popolo

niente altro che una mela

una mela rossa, il mio cuore.

È per tutto questo, dottore,

e non per l’arteriosclérosi, per la nicotina, per la prigione,

che ho quest’angina pectoris.

Guardo la notte attraverso le sbarre

e malgrado tutti questi muri

che mi pesano sul petto

il mio cuore batte con la stella più lontana.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!