Sanders e la Sinistra di governo

Pubblicità

Di

Sandersdi Jacopo Scarinci

Bernie Sanders, chiedendo di nominare per acclamazione Hillary Clinton candidata alla Casa Bianca, ha fatto qualcosa di estremamente doveroso, normale, financo banale. Perché, quindi, tutti ne stanno parlando come se fosse stato un gesto rivoluzionario? Semplice: perché in fondo, e purtroppo, lo è.

Gli spaccasinistra ci credevano, dai. Era simpatico questo signore del Vermont che ha passato mesi a scagliarsi contro Wall Street, la finanza, le armi. Ispirava fiducia, soprattutto nei giovani, soprattutto in quelli che hanno passato la convention democratica di Philadelphia a ululare contro Hillary manco fossero allo stadio del baseball.

Sanders si è dimostrato molto più maturo di loro e dei suoi vari e variegati fan sparsi per il mondo grazie a due fattori: 1) Al contrario di molti suoi sostenitori, conosce il concetto di democrazia: partecipo alle primarie, e se perdo sostengo chi ha vinto. Esattamente come fece Hillary otto anni fa con Obama. Suonerà strano, ma un’elezione primaria funziona così; 2) Sanders, per quanto idealista, non è stupido: andare fieramente incontro alla bella morte con la puzzetta sotto al naso spianando la strada a Donald Trump sarebbe stato un atto di masochismo sì prevedibile a Sinistra, ma totalmente scellerato visti i tempi che corrono. Chi non concorda si immagini per un secondo soltanto Trump di fronte all’ISIS e con a disposizione un arsenale nucleare, poi riparliamo di quanto e perché non piaccia Hillary.

Bernie Sanders ha appoggiato Hillary Clinton per questi due motivi, ma anche e soprattutto perché alcune delle sue proposte hanno trovato casa nella piattaforma programmatica della candidata. E non si parla di sciocchezze, ma di un salario minimo di 15 dollari l’ora, dell’espansione della sicurezza sociale, di una tassa sulle emissioni nell’atmosfera, di leggi antitrust, del no alla pena di morte, di un percorso di legalizzazione della cannabis. E tutto ciò Sanders non l’ha ottenuto via ricatto politico, more solito delle minoranze del PD italiano o del PS francese. Ma con la trattativa, il compromesso.

E, soprattutto, con la voglia di costruire una Sinistra di governo. Non di sfasciarla.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!