Storia di immigrazione clandestina e fondamentalismo religioso

Di

san paolo

di Gherardo Caccia

 Due individui vestiti di stracci sbarcano su suolo europeo, versante italico, a bordo di precarie imbarcazioni giunte dal Medio oriente. Il loro barcone sfortunatamente non si è rovesciato. Ovviamente si muovono in maniera clandestina, il più delle volte a piedi. Appena arrivati cominciano un’attività di arruolamento di stampo religioso inculcando dogmi di una religione non consona alla cultura del posto. Creano cellule clandestine e i loro numerosi adepti sono pronti a morire per loro e per il loro credo. Fortunatamente i due vengono arrestati e condannati.

I due hanno pure dei soprannomi, forse per non farsi riconoscere dalle autorità. Trattasi infatti di Saulo detto “Paolo” e Simone detto “Pietro”.

Sta’ a vedere che hanno ragione i vari Salvini, Le Pen, Blocher, Quadri e Bignasca… brutta bestia l’immigrazione clandestina.

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!