Stupidi pericolosi sicari

Pubblicità

Di

Emmanueldi Corrado Mordasini

Emmanuel era scappato dall’incubo di Boko Haram, delle esecuzioni coi machete, dei bambini soldato allucinati dal kat. Era scappato dalla crudele Nigeria e dalle milizie che si pasturano di sangue ingrassando come topi di fogna. Emmanuel aveva lasciato laggiù i cadaveri dei genitori e di una figlia, uccisi nell’esplosione di una chiesa.

Emmanuel aveva un amore, si chiama Chinyery.

Aveva, perché Emmanuel è morto per difenderla, ucciso a calci e pugni da spazzatura bianca.

Emmanuel era arrivato dalla Nigeria in Italia per chiedere asilo. Amava la sua Chinyery, e non ha sopportato che due ultras, la feccia che dobbiamo tenerci, perché questa non è di importazione, la chiamassero scimmia. C’è dignità anche in questi disgraziati. C’è amore, c’è onore. Onore che manca a quegli schifosi che hanno picchiato Chinyery e ucciso Emmanuel, prima colpendolo con una spranga e poi finendolo a calci e pugni.

L’ANPI di Fermo, la cittadina marchigiana, ha rilasciato una dichiarazione. L’Associazione Nazionale Partigiani Italiani non ha dimenticato le sue radici e oggi combatte gli stessi fascisti di ieri. Certo, oggi non portano la camicia nera ma si coprono di tatuaggi. Ieri picchiavano i comunisti e oggi danno la caccia agli immigrati. E i partigiani parlano di Chinyery ed Emmanuel, chiamandoli fratelli:

“Emmanuel e Chinyery, nostri fratelli e compagni, vittime delle persecuzioni e delle guerre civili nel loro paese, sono anche vittime della violenza fascista e razzista in Italia, perché i due cosiddetti cittadini italiani coinvolti nella brutta vicenda sono noti da tempo alle forze dell’ordine come ultras ed elementi della destra fascista, stupidi pericolosi sicari generati da un clima di intolleranza, di paura e d’odio innescato volutamente da quanti pensano di far leva sulle angosce e i timori della gente in difficoltà per avvantaggiarsene politicamente ed economicamente”.

Questa è l’umanità di una persona come Chinyery, che dovrà convivere per tutta la vita col dolore, senza il suo amore, per colpa di un criminale bianco: http://video.repubblica.it/cronaca/omicidio-di-fermo-chinyery-canta-per-il-compagno-ucciso-dio-dove-sei/245585/245668

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!